ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Vuelta a Andalucia e Volta ao Algarve 2019, settimana di grande ciclismo nella penisola iberica
Vuelta a Andalucia e Volta ao Algarve 2019, settimana di grande ciclismo nella penisola iberica

Vuelta a Andalucia e Volta ao Algarve 2019, settimana di grande ciclismo nella penisola iberica

È la penisola iberica la grande protagonista del grande ciclismo su strada nella terza settimana del mese di febbraio (dal 20 al 24). Da una parte la Vuelta a Andalucia in Spagna (diretta tv su Eurosport dalle ore 15), dall’altra la Volta ao Algarve in Portogallo (diretta tv su Eurosport dalle 16.45): due gare a tappe classificate 2.HC, entrambe occasione per affinare le gambe in vista dei grandi appuntamenti di marzo.

VUELTA A ANDALUCIA. Giunta alla 65^ edizione, la Ruta del Sol nacque nel 1925 per iniziativa dell’Union Velocipedica Espanola ed oggi organizzata da DeporInter. Dominata da corridori di casa per i primi decenni, vanta nell’albo d’oro anche due nomi italiani, vale a dire Fabio Bordonali (1989) e Stefano Della Santa (1994-1995). Il record di successi (cinque) spetta ad Alejandro Valverde, vincitore delle ultime due edizioni (primo nel 2016 davanti a Tejay Van Garderen e primo nel 2017 su Alberto Contador). Tim Wellens è il campione uscente.

Il percorso. Ci troviamo nella regione autonoma dell’Andalusia, nella Spagna Meridionale. Sono le prime tappe quelle più insidiose: dopo uno strappo in cima ad Icalà de los Gazules nel primo caso, c’è il vero arrivo in salita a Torrendonjimeno il secondo giorno. Poi altre tre frazioni mai banali, ma altimetricamente più semplici.

Le squadre. Tra le invitate, 6 WorldTour (Bahrain-Merida, Movistar, Astana, Mitchelton-Scott, Jumbo-Visma e Lotto Soudal) e 11 Professional, tra cui le italiane Androni-Sidermec e Bardiani-Csf. Di seguito l’elenco delle tappe e tutte le altimetrie. Qui la startlist.

20/2 Stage 1 – Sanlúcar de Barramed › lcalá de los Gazules (170.5k)
21/2 Stage 2 – Sevilla › Torredonjimeno
22/2 Stage 3 (ITT) – Mancha Real › La Guardia de Jaén (16.2k)
23/2 Stage 4 – Armilla › Granada
24/2 Stage 5 – Otura › Alhaurín de la Torre

VOLTA AO ALGARVE. Siamo alla 44^ edizione della corsa lusitana nata nel 1960: inizialmente dominio dei corridori di casa, nel nuovo secolo è diventata evento di attrazione globale, come testimoniano le vittorie, tra gli altri, di Alberto Contador, Richie Porte e Geraint Thomas. Due i nomi italiani presenti nell’albo d’oro: Andrea Ferrigato ( 2001) e Alessandro Petacchi (2007). Il campione uscente è il polacco Michal Kwiatkowski.

Il percorso. Ci troviamo nella parte più meridionale dello Stato lusitano: qui vanno in scena cinque tappe, di cui le due principali restano di fatto inalterate rispetto agli anni scorsi: sono la seconda, con l’arrivo in salita sull’Alto de Foia (9 km con una pendenza media del 5.5%, massima del 9.6% in corrispondenza dell’imbocco) e la quinta in cima all’Alto de Malhão (3 km al 10%). Confermata anche la cronometro individuale di Lagoa del terzo giorno, mentre le restanti due tappe dovrebbero concludersi in volata. In basso le altimetrie di ciascuna tappa.

Le squadre. Quest’anno la Volta ao Algarve vince sulla Vuelta a Andalucia quanto a partecipazione delle squadre di vertice. A comporre la startlist, infatti, troviamo ben 12 WorldTour (Bora-Hansgrohe, Deceuninck-Quick Step, CCC, Groupama-FDJ, Lotto Soudal, Dimension Data, Jumbo-Visma, Katusha-Alpecin, Team Sky, Trek-Segafredo, Sunweb, UAE Team Emirates), oltre a 3 Professional e ad una rappresentanza di Continental locali. Qui la startlist.

20/2 Stage 1 – Portimão › Lagos (199.1k)
21/2 Stage 2 – Almodôvar › Fóia (187.4k)
22/2 Stage 3 (ITT) – Lagoa › Lagoa (20.3k)
23/2 Stage 4 – Albufeira › Tavira (198.3k)
24/2 Stage 5 – Faro › Malhão (173.5k)


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*