ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Tirreno-Adriatico 2019, ancora Astana sui muri marchigiani: vittoria Fuglsang con dedica a Scarponi
Tirreno-Adriatico 2019, ancora Astana sui muri marchigiani: vittoria Fuglsang con dedica a Scarponi

Tirreno-Adriatico 2019, ancora Astana sui muri marchigiani: vittoria Fuglsang con dedica a Scarponi

Astana mattatrice sui muri marchigiani alla Tirreno-Adriatico 2019: dopo il successo di Alexey Lutsenko a Fossombrone, ecco l’acuto i Jakub Fuglsang, che si impone nella quinta tappa con arrivo a Recanati e dedica la vittoria a Michele Scarponi.

Altra giornata all’insegna dei muri, alla Corsa dei due Mari: si parte da Colli al Metauro e si arriva, dopo 180 km, a Recanati, città natale di Giacomo Leopardi. Le maggiori difficoltà sono poste tutte nella seconda parte di gara, con il circuito di 22.8 km da ripetere per tre volte, caratterizzato dalle ascese al Muro di San Pietro (picco al 20% nel finale) e allo strappo che conduce fino al traguardo (3.4 km al 7.2%).

I protagonisti della fuga odierna sono Nico Denz (Ag2r La Mondiale), Daniel Oss (Bora Hansgrohe), Nathan Van Hooydonck (CCC Team), Ivan Rovny (Gazprom-Rusvelo), Tom Van Aesbrock (Education First), Tosh Van Der Sande (Lotto Soudal), Jorge Arcas (Movistar), Davide Gabburro, Edoardo Zardini e Giovanni Visconti (Neri-SelleItalia), Mads Pedersen (Trek Segafredo), Julien Simon (Cofidis), Steve Morabito (Groupama FDJ).

Una volta entrati nell’impegnativo circuito finale, è ancora una volta un uomo Astana a brillare: ieri era stato il turno di Alexey Lutsenko, oggi di Jakub Fuglsang, che va a riprendere tutti i fuggitivi e prosegue da solo fino al traguardo. E mentre il danese si invola verso una meritata vittoria, dei precedenti battistrada resistono Gabburo e Pedersen, ripresi dai primi due della generale Adam Yates e Roglic.

Sono proprio questi ultimi due a dare spettacolo sull’ultimo strappo che porta al traguardo di Recanati: qui è la maglia azzurra a fare la differenza, staccando lo sloveno e guadagnando ulteriormente in classifica generale in attesa della resa dei conti prevista l’ultimo giorno nella crono di San Benedetto del Tronto.

In sintesi, dunque, vittoria per Fglsang, che taglia il traguardo con il dito puntato verso l’alto in ricordo dell’indimenticato Michele Scarponi. Secondo posto per il leader della generale, che guadagna ulteriori 19″ su Roglic. Ben più staccati gli altri, a partire da Tom Dumoulin (Sunweb) e, più indietro, un Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) in crescendo di condizione.

Ordine d’arrivo 5^ tappa:

1 FUGLSANG Jakob Astana Pro Team 60 50 4:39:32
2 YATES Adam Mitchelton-Scott 25 30 0:40
3 ROGLIČ Primož Team Jumbo-Visma 10 18 0:56
4 DUMOULIN Tom Team Sunweb 13 1:39
5 PINOT Thibaut Groupama – FDJ 10 1:53
6 POELS Wout Team Sky 7 1:57
7 PEDERSEN Mads Trek – Segafredo 4 2:09
8 VUILLERMOZ Alexis AG2R La Mondiale 3 2:12
9 BENOOT Tiesj Lotto Soudal 2 ,,
10 CLARKE Simon EF Education First 1 ,,

Classifica generale:

1 YATES Adam Mitchelton-Scott 10 20:33:48
2 ROGLIČ Primož Team Jumbo-Visma 0:25
3 FUGLSANG Jakob Astana Pro Team 0:35
4 DUMOULIN Tom Team Sunweb 1:55
5 ALAPHILIPPE Julian Deceuninck – Quick Step 2:34
6 POELS Wout Team Sky 2:39
7 PINOT Thibaut Groupama – FDJ 2:46
8 OOMEN Sam Team Sunweb 2:58
9 CLARKE Simon EF Education First 3:03
10 COSTA Rui UAE-Team Emirates 3:26


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*