ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Masters 1000 Montecarlo 2019, Fognini batte Nadal ed è in finale
Masters 1000 Montecarlo 2019, Fognini batte Nadal ed è in finale
Fabio Fognini. Foto @federtennis

Masters 1000 Montecarlo 2019, Fognini batte Nadal ed è in finale

Advertisement

C’è un po’ d’azzurro al Rolex Masters di Montecarlo, terzo ATP 1000 della stagione di scena nella capitale monegasca: Fabio Fognini batte, al termine di un match perfetto, il re della terra rossa Rafael Nadal e centra la sua prima finale in un torneo così prestigioso.

La settimana è stata indubbiamente positiva per i colori azzurri, dal momento che abbiamo assistito anche alla scalata di Lorenzo Sonego, capace di arrivare ai quarti di finale e di avanzare, di conseguenza, di oltre trenta posizioni del ranking atp. Ma accanto alle prestazioni del giovane piemontese, vanno citate quelle del numero uno azzurro Fabio Fognini, che dopo una partenza col brivido (rischio di Ko al primo turno contro il russo Rublev), ha trovato il giusto colpo di racchetta ed ha infilato una vittoria dietro l’altra.

Dopo aver eliminato ai quarti l’ostico croato Borna Coric, è arrivato il grandissimo match contro Rafael Nadal, che nel Principato di Monaco è ormai il padrone di casa, avendo vinto il torneo per ben undici volte (record), compresa l’ultima dodici mesi fa. Serviva non sbagliare nulla ed essere più forti anche del vento tanto impetuoso, e così è stato: senza lasciare scampo allo spagnolo, il trentunenne di Arma di Taggia si è imposto con il punteggio di 64 62 in un’ora e mezza di gioco.

È una vera impresa, dal momento che mai il tennis italiano è arrivato tanto in alto in un Masters 1000 (già avere due atleti ai quarti costituiva un primato dal lontano 2005) e soprattutto nessun nostro portacolori si è issato fino all’ultimo turno in questo appuntamento dai tempi di Corrado Barazzutti (parliamo di quarantadue anni fa, quando il torneo non apparteneva neppure alla ristretta cerchia dei 1000).

A contendere il trofeo a Fognini sarà la sorpresa serba Dusan Lajovic, che ai quarti è stato il giustiziere di Sonego e nell’altra semifinale ha eliminato il russo Medvedev: l’azzurro può farcela, regalando a se stesso e al Paese intero un successo assai prestigioso.

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*