ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Italia, anteprima tappa 7 (Vasto – L’Aquila)
Giro d’Italia, anteprima tappa 7 (Vasto – L’Aquila)

Giro d’Italia, anteprima tappa 7 (Vasto – L’Aquila)

A dieci anni dal terribile terremoto che sconvolse L’Aquila e l’Abruzzo intero, il Giro d’Italia 2019 rende omaggio alle vittime di quella tragedia concludendo la settima tappa proprio nel capoluogo abruzzese: si partirà da Vasto e si percorreranno 185 km.

Non piangersi addosso e ripartire: questa, sin dal primo momento, la mission della popolazione colpita dalla catastrofe naturale. L’arrivo della Corsa Rosa deve costituire una giornata di sport e di festa e deve servire a mettere da parte, almeno per alcuni istanti, tutte le storture di un sistema che rallenta la definitiva rinascita.

La frazione si presenta piuttosto semplice nella prima parte, mentre il finale nasconde tante insidie, come sempre accade quando si attraversa l’Appennino. Una volta avvenuto lo start da Vasto, in provincia di Chieti, dopo appena quaranta chilometri arriva il primo traguardo volante, posto a Ortona. È da qui che cominciano i numerosi saliscendi per le province di Chieti prima e L’Aquila poi, ma una sola asperità è valida come Gran Premio della Montagna: si tratta del seconda categoria di Le Svolte di Popoli, 9 km di lunghezza al 5.6% di pendenza media.

Dalla cima, picchiata verso il capoluogo di regione e poi, negli ultimi dieci chilometri, due nuovi strappi: quello di Polveriera (3 km le cui pendenze arrivano al 9%) e l’ultimo chilometro al 7.6%. Velocisti probabilmente fuori gara: corridori alla Diego Ulissi (UAE Team Emirates), per fare un nome, appaiono i maggiori indiziati a giocarsi il successo parziale.

Il Giro arrivò a L’Aquila per l’ultima volta nel 2010: fu la giornata della fuga bidone che caratterizzò l’intera edizione, con lo spagnolo David Arroyo che prese la maglia rosa e si arrese soltanto nell’ultima settimana al trionfante Ivan Basso.

Di seguito tutti i profili tecnici: altimetria, planimetria, dettagli ultimi chilometri e cronotabella. Clicca qui per tutte le classifiche aggiornate. Dopo la stupenda tappa conclusa a San Giovanni Rotondo con la vittoria di Fausto Masnada (Androni Sidermec), la classifica è rivoluzionata: Valerio Conti (UAE Team Emirates) in maglia rosa, mentre in maglia bianca c’è Giovanni Carboni (Bardiani-Csf).


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*