ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Fuglsang vince il Giro del Delfinato 2019, ultima tappa a Van Baarle
Fuglsang vince il Giro del Delfinato 2019, ultima tappa a Van Baarle

Fuglsang vince il Giro del Delfinato 2019, ultima tappa a Van Baarle

Per la seconda volta in carriera, Jakub Fuglsang vince il Giro del Delfinato: il corridore della Astana controlla agevolmente nell’ultima tappa dell’edizione 2019, conclusa con la vittoria del fuggitivo Dylan Van Baarle (Ineos), e va a conquistare l’importante prova WorldTour che precede la Grande Boucle.

È la giornata finale e decisiva al Criterum du Dauphine. Si corre (finalmente sotto il sole) la Cluses › Champéry – 113.5 km, con sette Gran Premi della Montagna – con una classifica cortissima, essendo sette corridori racchiusi in poco più di mezzo minuto. Uno di questi si sfila da solo ed è Adam Yates (Mitchelton Scott), che abbandona anzitempo la corsa. Per gli altri, invece, si attende la salita finale, un terza categoria di 2.7 km al 6.3%.

Ci si arriva con in testa un drappello di cinque corridori – Dylan Van Baarle (Ineos), Jack Haig (Mitchelton Scott), Carl Fredrik Hagen (Lotto Soudal), Sepp Kuss (Jumbo – Visma) e Warren Barguil (Arkea – Samsic) – ultimi superstiti di una fuga più numerosa, comprendente, tra gli altri, anche i nostri Julian Alaphilippe (Deceuninck – Quick Step) e Alessandro De Marchi (CCC).

Un’ulteriore selezione in testa si attua negli ultimissimi chilometri. Ne beneficiano Van Baarle e Haig, che lasciano i loro compagni d’avventura e vanno a giocarsi in uno sprint a due il successo. Successo che va all’olandese ed è il secondo consecutivo del Team Ineos dopo quello ottenuto ventiquattro ore fa da Wout Poels.

Poco accade tra i big: la salita finale è troppo pedalabile per pensare la differenza, così tutti portano a nozze Jakub Fuglsang, il vincitore del Giro del Delfinato. Per il danese si tratta della secoonda vittoria al Dauphine dopo quella del 2017: è un altro risultato di prestigio per l’atleta scandinavo, che quest’anno si è tolto anche la soddisfazione di salire sul gradino più alto del podio della Liegi Bastogne Liegi.

Sul podio finale della corsa francese finiscono, invece, anche Tejay Van Garderen (EF) ed Emmanuel Buchmann (Bora Hansgrohe), rispettivamente distanziati di 20″ e 21″.

Ordine d’arrivo 8^ tappa:

1 VAN BAARLE Dylan Team INEOS 3:05:48
2 HAIG Jack Mitchelton-Scott ,,
3 HAGEN Carl Fredrik Lotto Soudal 0:50
4 BARGUIL Warren Team Arkéa Samsic 1:12
5 KUSS Sepp Team Jumbo-Visma ,,
6 REICHENBACH Sébastien Groupama – FDJ ,,
7 ALAPHILIPPE Julian Deceuninck – Quick Step 1:16
8 LUTSENKO Alexey Astana Pro Team 1:59
9 MEURISSE Xandro Wanty – Gobert Cycling Team ,,
10 BUCHMANN Emanuel BORA – hansgrohe ,

Classifica generale:

1 FUGLSANG Jakob Astana Pro Team 500 250 30:44:27
2 VAN GARDEREN Tejay EF Education First 400 190 0:20
3 BUCHMANN Emanuel BORA – hansgrohe 325 160 0:21
4 POELS Wout Team INEOS 275 140 0:28
5 PINOT Thibaut Groupama – FDJ 225 120 0:33
6 TEUNS Dylan Bahrain Merida 175 110 1:11
7 LUTSENKO Alexey Astana Pro Team 150 100 1:12
8 MARTIN Dan UAE-Team Emirates 125 90 1:21
9 QUINTANA Nairo Movistar Team 100 80 1:24
10 BARDET Romain AG2R La Mondiale 85 70 1:38
11 PORTE Richie Trek – Segafredo 70 60 1:44


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*