ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Italia 2020, da Budapest la Grande Partenza: tre tappe in Ungheria
Giro d’Italia 2020, da Budapest la Grande Partenza: tre tappe in Ungheria

Giro d’Italia 2020, da Budapest la Grande Partenza: tre tappe in Ungheria

Abbiamo appena archiviato il Giro d’Italia 2019 con la vittoria inaspettata di Richard Carapaz, ma è già il momento di guardare avanti: RCS  Sport ha difatti ufficializzato le tre tappe che costituiranno la Grande Partenza dell’edizione numero 103.

Per la quattordicesima volta nella storia la Corsa Rosa partirà dall’estero. Due anni dopo Gerusalemme 2018 sarà la volta di Budapest 2020: la capitale dell’Ungheria sarà teatro di battaglia della prima tappa che assegnerà la prima maglia rosa. Ecco le tre frazioni di apertura in terra magiara del Giro d’Italia 2020, con la planimetria generale e le rispettive altimetrie.

Giro2020ungheria

Tappa 1 – BUDAPEST – Cronometro individuale 9.5 km

Sarà una cronometro individuale completamente piatta ad aprire la kermesse: 9,5 km su circuito cittadino col finale in leggera salita. Si parte da Piazza degli Eroi, si oltrepassa il Danubio, si costeggia il Parlamento e si arriva al Castello con i 1500 metri finali al 4%.

Giro2020budapest

Tappa 2 – BUDAPEST – GYÖR – 193 km

Partenza di nuovo da Budapest (Piazza degli Eroi) e da lì quasi 200 km perlopiù pianeggianti, eccetto due facili GPM: il  primo, in partenza, è la salita di Svábvár; il secondo, Pannonhalma, a 22 km dall’arrivo (strappo breve ma con pendenze anche in doppia cifra). Si arriva infine a Györ con un finale che vedrà quasi certamente protagonisti i velocisti.

Tappa 3 – SZÉKESFEHÉRVÁR – NAGYKANIZSA – 197 km

Ancora una tappa quasi completamente pianeggiante, senza neppure un GPM. Si costeggia quasi interamente il Lago Balaton e si arriva a Nagykanizsa: saranno ancora gli sprinter presumibilmente a giocarsi la vittoria.

Stando a quanto dichiarato nelle scorse settimane, dopo le tre frazioni magiare, il Giro dovrebbe ripartire dalla Sicilia. Dal momento che il giorno di apertura è sabato 6 maggio, difficilmente i corridori potranno disporre di un giorno di riposo dopo l’impegnativa trasferta.

Giro d’Italia, le 13 precedenti partenze dall’estero

  • 1965 San Marino (Repubblica di San Marino)
  • 1966 Montecarlo (Principato di Monaco)
  • 1973 Verviers (Belgio)
  • 1974 Città Del Vaticano
  • 1996 Atene (Grecia)
  • 1998 Nizza (Francia)
  • 2002 Groningen (Olanda)
  • 2006 Seraing (Belgio)
  • 2010 Amsterdam (Olanda)
  • 2012 Herning (Danimarca)
  • 2014 Belfast (Irlanda Del Nord)
  • 2016 Apeldoorn (Olanda)
  • 2018 Gerusalemme (Israele)

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*