ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Nuoto, Mondiali 2019: Quadarella d’argento, Pilato nuova promessa
Nuoto, Mondiali 2019: Quadarella d’argento, Pilato nuova promessa

Nuoto, Mondiali 2019: Quadarella d’argento, Pilato nuova promessa

Non smette di stupire la nazionale italiana impegnata ai Campionati Mondiali 2019 di nuoto in corso di svolgimento a Gwangju: al Nambu Acquatic Centre: a rinforzare il medagliere azzurro ci pensa Simona Quadarella, argento negli 800 sl, mentre spunta una nuova potenziale stellina chiamata Benedetta Pilato.

Simona Quadarella risponde presente: dopo lo straordinario oro dei 1500 sl, eccola di nuovo in vasca sulla mezza distanza. È testa a testa con Katie Ledecky fino all’ultima vasca, poi la statunitense mette il turbo e stacca l’azzurra nei cinquanta metri conclusivi. Oro per la nordamericana in 8.13.58, mentre la nostra portacolori fa registrare il record italiano in 8’14″99. Terza l’australiana Titmus in 8’15″70.

Sfugge per un soffio il podio a Margherita Panziera. Nei 200 dorso donne l’azzurra è solo quarta (2.06.67) dietro la statunitense Regan Smith (oro in 2’03″69), all’australiana McKeown e alla canadese Masse 2’06″62.

Gwangju 2019 sancisce la possibile nascita di una nuova stella azzurra. Si tratta di Benedetta Pilato, che a quattordici anni prima trova il miglior tempo delle qualificazioni (nuovo record italiano in 29’98, prima azzurra a scendere sotto i trenta secondi) dei 50 rana donne nuotando nientemeno che alla campionessa olimpica Lilly King, poi in semifinale gareggia ancora con estrema disinvoltura, stabilendo il terzo tempo assoluto.

Una prova di forza nonostante la giovanissima età davanti a chi ha scritto la storia della specialità e a chi pensava di aver già prenotato i diversi gradino del podio. Podio a cui punta anche Martina Carraro, che col quarto tempo assoluto trova il suo primato personale in 30’23.

Le altre gare. La svedese Sarah Sjoestroem riesce a rompere finalmente il digiuno in questa rassegna e vince i 50 farfalla in in 25″02 davanti all’olandese Kromowidjojo in 25″35. Arrivano altri due ori – e siamo a 4 – per lo statunitense Caeleb Dressel, che si aggiudica prima i 50 stile libero (21″04 il suo tempo) e poi i 100 farfalla in 49.66. È lui il vero mattatore della manifestazione. E, poiché non c’è due senza tre, ecco una nuova prodezza dalla staffetta 4×100 sl mista, con tanto di record del mondo in 3’19″40.

Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*