ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Padun vince l’Adriatica Ionica Race 2019, a Trieste sprinta Hodeg
Padun vince l’Adriatica Ionica Race 2019, a Trieste sprinta Hodeg

Padun vince l’Adriatica Ionica Race 2019, a Trieste sprinta Hodeg

L’Adriatica Ionica Race 2019 si conclude nel segno di Mark Padun: l’ucraino della Bahrain Merida vince la classifica generale della gara valida per la Ciclismo Cup, mentre sul traguardo di Trieste, sede d’arrivo della 4^ tappa, concede il bis Alvaro Hodeg (Deceuninck – Quick Step).

L’ultima frazione della seconda edizione dell’#Air ’19 si conclude nel capoluogo friulano. Ancora insidie lungo i 103.5 km in programma: prima il GPM di Prosecco, poi il circuito cittadino da ripetere sei volte che potrebbe esaltare gli attaccanti.

Alcuni attaccanti si muovono sin dalla partenza e, nello specifico, sono Winner Anacona (Movistar), Matteo Badilatti (Israel Cycling Academy), Joel Nicolau (CajaRural-Seguros RGA) e Thimo Willems (SportVlaanderen-Baloise).

Nonostante il loro sforzo e numerosi altri tentativi una volta entrati nel capoluogo triestino, è uno sprint a ranghi compatti a decidere la tappa. Ad aggiudicarsi la volata è il colombiano Alvaro Hodeg, che regala alla sua squadra, la Deceuninck – Quick Step, il terzo successo in quattro giorni nella breve corsa a tappe, a conferma di un vero dominio da parte della squadra di Patrick Lefevere. Secondo posto per Edward Theuns (Trek-Segafredo), terzo per Sacha Modolo (EF).

La classifica generale, però, va a Mark Padun, il vincitore delle Tre Cime di Lavaredo: è lui a succedere nell’albo d’oro a Ivan Sosa, primo lo scorso anno. Il podio finale viene completato da Ben Hermans (Israel Academy) e James Knox (Deceuninck – Quick Step). Miglior italiano è Nicola Conci (Trek-Segafredo), quinto classificato.

Si conclude così la seconda edizione della corsa a tappe ideata da Moreno Argentin, che in sole due stagioni ha saputo attrarre un buon numero di squadre di prima fascia ed è pronta ad un ulteriore espansione, magari allargandosi già dal prossimo anno verso l’est Adriatico fino all’Egeo, obiettivo dichiarato sin dalla creazione.

Ordine d’arrivo 4^ tappa:

1 HODEG Álvaro José Deceuninck – Quick Step 14 20 2:10:02
2 THEUNS Edward Trek – Segafredo 5 12 ,,
3 MODOLO Sacha EF Education First 3 7 ,,
4 SÉNÉCHAL Florian Deceuninck – Quick Step 5 ,,
5 WARLOP Jordi Sport Vlaanderen – Baloise 4 ,,
6 GIDICH Yevgeniy Astana Pro Team 3 ,,
7 DAINESE Alberto Italy 2 ,,
8 VELASCO Simone Neri Sottoli – Selle Italia – KTM 1 ,,
9 MALUCELLI Matteo Caja Rural – Seguros RGA ,,
10 GIBBONS Ryan Team Dimension Data ,,

Classifica generale:

1 1 – PADUN Mark Bahrain Merida 125 100 17:06:45
2 2 – HERMANS Ben Israel Cycling Academy 85 70 0:15
3 3 – KNOX James Deceuninck – Quick Step 70 50 0:24
4 4 – CAICEDO Jonathan Klever EF Education First 60 36 0:29
5 6 ▲1 CONCI Nicola Trek – Segafredo 50 28 1:26
6 7 ▲1 QUINTANA Dayer Neri Sottoli – Selle Italia – KTM 40 24 1:42
7 8 ▲1 POLANC Jan UAE-Team Emirates 35 20 2:58
8 5 ▼3 EVENEPOEL Remco Deceuninck – Quick Step 30 18 4:20
9 9 – MUÑOZ Daniel Androni Giocattoli – Sidermec 25 16 4:34
10 10 – HONORÉ Mikkel Frølich Deceuninck – Quick Step 20 14 5:59


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*