ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > US Open 2019, Dimitrov sorprende Federer. Oggi Berrettini per il sogno semifinale
US Open 2019, Dimitrov sorprende Federer. Oggi Berrettini per il sogno semifinale

US Open 2019, Dimitrov sorprende Federer. Oggi Berrettini per il sogno semifinale

Advertisement

Ancora una vittima eccellente agli US Open 2019: dopo Novak Djokovic, costretto ad abbandonare dinanzi a Stan Wawrinka e alla spalla dolente, ecco Roger Federer cadere sotto i colpi di Grigor Dimitrov anche a causa di una schiena dolorante.

Diciamoci la verità: dopo l’uscita di scena del numero uno al mondo, c’era il sentore che Roger potesse tornare sul tetto più alto di New York, dove è in corso l’ultimo Slam stagionale. Distrutto David Goffin agli ottavi, sembrava essere tornato sui suoi livello standard, lo svizzero, ma qualcosa non è andato nel match di semifinale contro Dimitrov.

Quest’ultimo, per anni ingiustamente considerato l’erede di Sua Maestà, sta ritrovando i colpi migliori già mostrati in un passato ormai remoto e l’occasione giusta per dimostrare che è in grado di lottare per grandi obiettivi è arrivata contro il più grande di sempre.

E così accade che il numero 78 al mondo sorprende, dopo una battaglia di cinque set – 3-6 6-4 3-6 6-4 6-2 lo score finale – il favorito avversario e si aggiudichi un posto per la semifinale, dove troverà il russo Daniil Medvedev, artefice dell’eliminazione dell’altro svizzero Stanislas Wawrinka.

Nuovo che avanza, dunque, mentre nella parte bassa c’è Rafael Nadal che, a questo punto, diventa il principale favorito del torneo. Quanto a Federer, forse l’ultima nitida occasione di centrare il ventunesimo Slam, bloccata da una schiena che più di una volta gli ha dato noie.

Oggi è il grande momento di Matteo Berrettini. Quarantadue anni dopo Corrado Barazzutti, un italiano è tra i primi otto a Flushing Meadows (allora si giocava sulla terra verde) e per sognare una semifinale che avrebbe dello storico delle battere il francese Gael Monfils (match programmato non prima delle 19.30, diretta tv su Eurosport).

La classifica e l’esperienza sono appannaggio del tennista di colore, ma c’è la sensazione che il ventitreenne italico, ormai top 20 certificato, può davvero sognare l’impresa e scalare nuove gerarchie su scala mondiale.

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*