ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Yorkshire 2019, Dennis re della crono davanti a Evenepoel; Ganna sul podio: è bronzo
Yorkshire 2019, Dennis re della crono davanti a Evenepoel; Ganna sul podio: è bronzo

Yorkshire 2019, Dennis re della crono davanti a Evenepoel; Ganna sul podio: è bronzo

Rohan Dennis si conferma il campione del mondo a cronometro: a Yorkshire 2019, nella prova contro il tempo riservata ai professionisti, l’atleta australiano batte la concorrenza e sale per la seconda volta consecutiva sul gradino più alto del podio. Bronzo per l’Italia: la firma è di Filippo Ganna.

Da Northhallerton ad Harrogate, il tracciato da affrontare: 54 km non banali, con l’incognita maltempo che, pur meno insidiosa rispetto ai giorni precedenti, fa sempre restare in allerta i corridori.

Dopo una stagione non facile, caratterizzata anche dalla rottura con la sua squadra, la Bahrain Merida e dal famigerato ritiro al Tour de France per incomprensioni con lo staff, ecco Rohan Dennis presentarsi alla rassegna iridata con una bici “personale”.

La fama agonistica del ventinovenne di Adelaide emerge in questa lunga prova, conclusa con il tempo di 1.05.05. Letteralmente stracciati gli avversari, a cui vengono inflitti distacchi superiori al minuto.

Dietro a Dennis, un corridore d’eccezione: Remco Evenepoel (Belgio) conquista, a soli diciannove anni, l’argento iridato. Il talento belga è assolutamente un portento, dà del filo da torcere a tutti e si arrende soltanto al campione australiano. Ad ogni modo, il ciclismo applaude a colui che ormai è già più di un semplice astro nascente.

E poi c’è la nota lieta per l’Italia: Filippo Ganna si consacra ufficialmente anche nelle prove su strada e va ad occupare il gradino più basso del podio. Nonostante la giovane età, dopo i tanti allori già conseguiti in pista, ecco il primo riconoscimento anche sull’asfalto, ottenuto in una prova iridata di assoluto valore.

Davanti arrivano due fuoriclasse, ma è una grande medaglia di bronzo, quella conquistata dal ventitreenne verbanese (1.55″ il distacco dal vincitore), in grado di riportare l’Italia su alti livelli contro il tempo dopo le prestazioni di Marco Pinotti e la parentesi (purtroppo breve) di Adriano Malori.

Se il passista piemontese è già il presente, è in forte crescita anche l’altro azzurro presente in Inghilterra, Edoardo Affini: poco fuori dai dieci per il mantovano.

Delude moltissimo Primoz Roglic: il vincitore dell’ultima Vuelta a Espana è una brutta copia di sé e chiude lontanissimo dai primi. Deludono anche altri specialisti come Tony Martin (Germania), mentre è molto sfortunato Victor Campenaerts (Belgio), che a causa di problemi meccanici è costretto a dire addio ai sogni di medaglie nonostante l’ottima prestazione.

Ordine d’arrivo cronometro élite uomini:

1 DENNIS Rohan Australia 350 250 49.782 01:05:05.350 1:05:05
2 EVENEPOEL Remco Belgium 250 190 48.918 01:06:14.280 1:09
3 GANNA Filippo Italy 200 140 48.358 01:07:00.350 1:55
4 BEVIN Patrick New Zealand 150 110 48.322 01:07:02.510 1:58
5 DOWSETT Alex Great Britain 125 100 48.274 01:07:07.120 2:02
6 CRADDOCK Lawson United States 100 90 48.202 01:07:12.620 2:08
7 KANGERT Tanel Estonia 85 80 48.202 01:07:12.950 ,,
8 OLIVEIRA Nelson Portugal 70 70 48.178 01:07:15.150 2:10
9 MARTIN Tony Germany 60 60 47.976 01:07:32.490 2:27
10 KÜNG Stefan Switzerland 50 50 47.741 01:07:52.10 2:47
11 CAMPENAERTS Victor Belgium 40 40 47.706 01:07:54.870 2:50
12 ROGLIČ Primož Slovenia 30 30 47.589 01:08:05.490 3:00
13 DURBRIDGE Luke Australia 25 20 47.577 01:08:06.120 3:01
14 ARCHIBALD John Great Britain 20 15 47.461 01:08:16.280 3:11
15 VAN BAARLE Dylan Netherlands 15 10 47.162 01:08:41.830 3:37
16 AFFINI Edoardo Italy 10 10 47.150 01:08:42.560 3:38
17 ASGREEN Kasper Denmark 5 10 47.150 01:08:43.120 ,,
18 LATOUR Pierre France 5 10 47.070 01:08:49.930 3:45
19 HAGA Chad United States 5 10 46.934 01:09:02.420 3:57
20 BODNAR Maciej Poland 5 10 46.889 01:09:05.660 4:01


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*