ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Tour of the Alps 2021, confermato il percorso (altimetrie e planimetrie)
Tour of the Alps 2021, confermato il percorso (altimetrie e planimetrie)

Tour of the Alps 2021, confermato il percorso (altimetrie e planimetrie)

Costretta ad arrendersi al Covid-19 per l’anno in corso, una delle prove più attese del calendario internazionale già si prepara per il 2021 e conferma in anticipo il percorso predisposto in origine per questa stagione: è il Tour of the Alps, prova a tappe Uci ProSeries organizzata dal GS Alto Garda con i rappresentanti dell’Euregio Tirolo-Trentino-Alto Adige, in programma dal 19 al 23 aprile prossimi.

Ideato nel 1962 (a Enzo Moser la prima edizione) con la denominazione di Giro del Trentino, rimasta fino al 2015, l’evento ha visto susseguirsi nell’albo d’oro tanti campioni: da Francesco Moser a Giuseppe Saronni, da Gianni Bugno a Claudio Chiappucci, da Paolo Savoldelli a Francesco Casagrande, da Gilberto Simoni a Damiano Cunego, da Vincenzo Nibali a Thibaut Pinot, vincitore dell’edizione 2018. Il campione uscente è il russo Pavel Sivakov.

 Incassata la promozione a Uci ProSeries, il #TotA presenta un percorso estremamente valido, costituito da tappe brevi (143 km in media) ed estremamente nervose, con 13000 metri di dislivello complessivi. Si parte dall’Alto Adige – o Sudtirolo – e più precisamente da Bressanone per una prima frazione che arriva ad Innsbruck: prima il Passo del Brennero, poi la tripla ascesa ad Axams in un circuito finale che prevede l’arrivo essenzialmente pianeggiante.

Il secondo giorno sono previsti 2500 metri di dislivello tutti concentrati nella seconda parte, caratterizzati in particolar modo dalla doppia ascesa al GPM di Piller Satter da due versanti opposti (il secondo dei quali più impegnativo). Dalla cima, ancora ventuno chilometri al traguardo, gli ultimi undici dei quali in salita verso Feichten (ben tremila metri con pendenze superiori al 12%).

Resia, Fring e Tarres sono invece le asperità previste nella Imst – Naturno, con finale in leggera discesa dopo la breve ma esigente scalata di Tarres. Si prosegue con la tappa regina, la più lunga e con il dislivello maggiore: si tratta della Naturno – Valle del Chiese, con il Passo Campo Carlo Magno e poi nel finale Bonipatri, la cui vetta è a soli dieci chilometri al traguardo.

La corsa si concluderà con la Valle del Chiese – Riva del Garda: stavolta bisognerà affrontare il Passo Duron a metà percorso e poi per due volte il Lago di Tenno (8.5 km al 6%): ultimo scollinamento ai meno dodici, poi discesa fino all’arrivo.

Di seguito tutte le tappe con le rispettive altimetrie e planimetrie.

Lunedì 20 Aprile: Bressanone-Innsbruck, 142.8 km

Martedì 21 Aprile: Innsbruck-Feichten im Kaunertal, 121.5 km

Mercoledì 22 Aprile: Imst-Naturno, 163.9 km

Giovedì 23 Aprile: Naturno-Valle del Chiese Pieve di Bono, 168.6 km

Venerdì 24 Aprile: Valle del Chiese Idroland-Riva del Garda, 120.9 km


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*