ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > CDM Pista, a Minsk pioggia di medaglie azzurre: quartetti di bronzo
CDM Pista, a Minsk pioggia di medaglie azzurre: quartetti di bronzo

CDM Pista, a Minsk pioggia di medaglie azzurre: quartetti di bronzo

Comincia la Coppa del Mondo 2019/2020 di ciclismo su pista e comincia nel migliore dei modi l’avvicinamento della nazionale italiana ai Giochi Olimpici di Tokyo del prossimo anno: a Minsk, nella prima giornata di finali, gli azzurri conquistano quattro medaglie, di cui due d’argento e due di bronzo.

Partiamo dagli allori più pregiati. Il primo argento lo conquista Maria Giulia Confalonieri, argento nella corsa a punti. L’azzurra, due volte campionessa europea della specialità, chiude al secondo posto alle spalle della statunitense Jennifer Valente, mentre a chiudere il podio c’è la russa Sharakova.

Stesso piazzamento anche per Martina Fidanza, che compie una grande gara nello scratch: a soli diciannove anni, la figlia d’arte si arrende soltanto alla favoritissima olandese Kirsten Wild, mentre al terzo posto giunge la già citata americana Jennifer Valente, alla terza medaglia di giornata, considerando anche l’oro nell’inseguimento a squadre.

Già, l’inseguimento. Ecco il clou della giornata per quanto concerne i colori azzurri. In quelle che sono le gare più importanti, dal momento che faranno parte del programma olimpico, i due quartetti conquistano la medesima posizione, la terza.

Il quartetto maschile, composto da Elia Viviani, Filippo Ganna, Simone Consonni e Francesco Lamon, si arrende in semifinale alla Francia (3.51992 per i transalpini, 3.53.464 per gli azzurri), ma nella finalina per il bronzo riesce ad avere la meglio della Germania (3.51.689 e 3.52.685 i tempi). Ad aggiudicarsi il titolo è la Danimarca, fresca campionessa europea, che contro la nazionale d’Oltralpe si impone in 3.50.207 contro il 3.51.777 degli avversari.

Letizia Paternoster, Martina Alzini, Marta Cavalli e Giulia Guazzini sono invece le componenti del quartetto femminile, che si arrende nel primo turno alla Germania, ma riesce poi ad aggiudicarsi il bronzo battendo nella finale di consolazione contro la Francia. A vincere la medaglia d’oro sono gli Stati Uniti della più volte citata Valente: Ko nella finalissima per la Germania.

Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*