ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Italia 2020, i favoriti: chi lotterà per la Maglia Rosa?
Giro d’Italia 2020, i favoriti: chi lotterà per la Maglia Rosa?

Giro d’Italia 2020, i favoriti: chi lotterà per la Maglia Rosa?

Il Giro d’Italia 2020 scatterà il prossimo 3 ottobre, ma già cominciano a riempirsi le caselle in merito ai big che si contenderanno la Maglia Rosa dell’edizione numero 103. Scopriamo chi ha già confermato la sua partecipazione.

Sarà un’edizione certamente più povera delle altre in termini di partecipazione, data la nuova collocazione in autunno e date le tante corse che si svolgeranno in contemporanea (Classiche-Monumento e Vuelta di Spagna).

Il nome più atteso, per quanto riguarda le attese italiane, è quello di Vincenzo Nibali, che vi prenderà parte dopo aver disputato il Mondiale di Imola. L’obiettivo dello Squalo sarà puntare al tris nella Corsa Rosa dopo i trionfi nel 2013 e nel 2016. Per lo Squalo, si tratterà della prima volta con la nuova maglia della Trek – Segafredo.

Non ci sarà il campione uscente Richard Carapaz, inizialmente chiamato a difendere il titolo, ma poi dirottato sul Tour de France in sostegno di Egan Bernal. Dal Team Ineos arriverà Geraint Thomas: il suo rapporto con il Giro non è mai stato idilliaco, ma il gallese stavolta verrà per vincere, avendo dalla sua tre cronometro. Dalla Tirreno-Adriatico è uscito in buono stato di forma e sarà lui il favorito numero uno.

Verrà in Italia Simon Yates (Mitchelton-Scott) per coronare il suo sogno rosa strappato sul più bello due anni fa: maglia azzurra alla Corsa dei due Mari, sembra avere quella marcia in più per poter sperare e sarà forse il principale antagonista del connazionale Thomas.

Tra gli avversari più quotati figura Jakub Fuglsang (Astana), che in una fase non più giovane della sua carriera sembra aver trovato la giusta dimensione: vincitore lo scorso anno della Liegi-Bastogne-Liegi e quest’anno del Lombardia, il danese vuole mettere finalmente nel mirino un Grande Giro. Al suo fianco, anche il giovane e promettente russo Alexander Vlasov, vincitore quest’anno del Giro dell’Emilia e tre anni fa del Giro Under 23.

Dalla corazzata Jumbo-Visma ecco Steven Kruijswijk: qualche anno fa soltanto un super Nibali gli impedì di conquistare la maglia gialla, ora appare maturo per riprovarci. Rafal Majka (Bora Hansgrohe) ha dimostrato in passato di poter ambire ad alte posizioni, stavolta punta al podio.

Tra gli italiani, dopo aver abbandonato il Tour de France causa ennesima caduta, proverà a conquistare un buon piazzamento anche Domenico Pozzovivo (NTT).

Non ci sarà, purtroppo, il gioiello Remco Evenepoel: doveva il primo Grand Tour per il talento belga, ma il terribile infortunio rimediato al Lombardia ha stravolto i piani.


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*