ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Tennis > Djokovic positivo al Covid-19, il tennis trema
Djokovic positivo al Covid-19, il tennis trema
Novak Djokovic. Foto @Twitter

Djokovic positivo al Covid-19, il tennis trema

Figura un nome eccellente, tra gli ultimi sportivi che hanno contratto il Covid-19: è Novak Djokovic, numero uno al mondo. Ora tutto il mondo del tennis trema.

Nole è stato tra gli sportivi che più ha premuto per una rapida ripresa dell’attività agonistica. Non a caso è stato tra i promotori dell’Adria Tour, manifestazione di scena in diverse città dei Balcani, in grado di attrarre importanti giocatori provenienti da quell’area geografica.

Aveva detto che la sua terra era priva di ogni pericolo perché aveva saputo combattere meglio di altri il temuto Covid-19. E si era fatto immortalare in luoghi anche affollati senza alcun dispositivo di protezione, quasi a voler dimostrare come le sue teorie non potessero essere errate. Invece la realtà è andata ben diversamente.

Prima uno dei suoi allenatori, poi alcuni giocatori di primo livello: il bulgare Grigor Dimitrov, il croato Borna Coric, il serbo Victor Troicki. A quel punto, è arrivato il momento anche per Djokovic di sottoporsi al test, con risultato chiaro e netto: positivo. Con lui anche sua moglie Jelena.

Il giocatore è asintomatico, ma dovrà comunque osservare un isolamento di 14 giorni. “Tutto quello che abbiamo fatto nel mese scorso, lo abbiamo fatto con le intenzioni più sincere – è stata la giustificazione in merito all’Adria Tour – L’esibizione aveva lo scopo di unire e favorire la condivisione di un messaggio di solidarietà e compassione tra i paesi. […] Tutto è nato da un’idea filantropica, per devolvere i proventi alle persone che hanno bisogno”.

Andando avanti nella sua analisi, Djokovic osserva come il torneo sia stato concepito quando il virus sembrava indebolito e, secondo lo staff, c’erano le condizioni per organizzarlo. “Spero che non peggiorerà le condizioni di salute di nessuno e che tutto vada per il meglio”.

Djokovic aveva scelto di organizzare questo evento per cominciare a scaldare i muscoli in vista della ripresa ufficiale della stagione, facendosi così trovare pronto per gli US Open. Ma a questo punto tutto sembra a rischio e la disputa dello Slam newyorkese non sembra più così certa.


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*