ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Italia 2020, un Guerreiro a Roccaraso. Nibali poco brillante
Giro d’Italia 2020, un Guerreiro a Roccaraso. Nibali poco brillante

Giro d’Italia 2020, un Guerreiro a Roccaraso. Nibali poco brillante

Ruben Guerreiro conquista il traguardo di Roccaraso: si conclude così, con la vittoria del portoghese della EF, la nona tappa del Giro d’Italia 2020. Sul secondo traguardo in salita di quest’edizione, dopo l’Etna, arriva la fuga da lontano, in cui i big si danno battaglia solo all’ultimo chilometro, con Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo) che perde qualche secondo da alcuni rivali come Joao Almeida (Deceuninck-Quick Step), ancora in maglia rosa.

L’Appennino abruzzese ospita l’ultima tappa della Corsa Rosa prima del primo giorno di riposo: quattro i Gran Premi della Montagna previsti, con il più duro in apertura (Passo Lanciano) e l’arrivo in cima a Roccaraso, a quota 1658 metri).

Sotto un cielo che non promette nulla di buono, parte la frazione con la fuga composta da Ruben Guerreiro (EF Pro Cycling), Jonathan Castroviejo (Ineos Grenadiers), Eduardo Sepúlveda (Movistar), Ben O’Connor (NTT Pro Cycling), Larry Warbasse (AG2R La Mondiale), Giovanni Visconti (Vini Zabù-Brado-KTM), Kilian Frankiny (Groupama-FDJ), Mikkel Bjerg (UAE Team Emirates).

Visconti fa incetta di punti sui primi due GPM e conquista la maglia azzurra virtuale, ma è anche il primo a staccarsi seguito da O’Connor e Sepulveda, mentre gli altri cinque tengono duro, portandosi ai piedi della salita finale con un vantaggio ancora vicino ai quattro minuti.

Tra questi, Castroviejo e Guerreiro attaccano sulle rampe conclusive e fanno il vuoto, mentre dietro è la Trek-Segafredo a fare il ritmo e a scremare il gruppo assieme alla pioggia e al freddo che si fanno sentire sulla testa dei corridori.

Guerreiro e Castroviejo vanno a giocarsi la vittoria allo sprint e ad avere facilmente la meglio è il lusitano, che conquista il suo primo successo in un Grande Giro.

Calma piatta tra i big, se non negli ultimi trecento metri, quando tentano il forcing Wilco Kelderman (Sunweb) e Jakub Fuglsang (Astana), mentre Nibali paga da costoro quattordici secondi, così come la maglia rosa Joao Almeida (Deceuninck-Quick Step).

Il risultato è che ora la classifica generale è ancora più corta e sono tanti racchiusi nel giro di poco tempo. Lo Squalo è quinto, ma il primo azzurro è ora Domenico Pozzovivo (NTT), quarto.

Ordine d’arrivo 9^ tappa:

1 Ruben Guerreiro EF Pro Cycling 05:41:20 100
02 Jonathan Castroviejo INEOS Grenadiers + 08 40
03 Mikkel Bjerg UAE Team Emirates + 58 20
04 Kilian Frankiny Groupama-FDJ + 01:16 12
05 Lawrence Warbasse AG2R La Mondiale + 01:16 4
06 Tao Geoghegan Hart INEOS Grenadiers + 01:19
07 Lucas Hamilton Mitchelton-Scott + 01:32
08 Wilco Kelderman Team Sunweb + 01:38
09 Jakob Fuglsang Astana Pro Team + 01:38
10 Jai Hindley Team Sunweb + 01:38
11 Rafal Majka Bora-Hansgrohe + 01:41
12 Patrick Konrad Bora-Hansgrohe + 01:41
13 Brandon McNulty UAE Team Emirates + 01:44
14 Domenico Pozzovivo NTT Pro Cycling Team + 01:44
15 Fausto Masnada Deceuninck-Quick Step + 01:50
16 Vincenzo Nibali Trek-Segafredo + 01:52
17 Pello Bilbao Bahrain-McLaren + 01:52
18 Attila Valter CCC Team + 01:55
19 Joao Almeida Deceuninck-Quick Step + 01:56
20 Hermann Pernsteiner Bahrain-McLaren + 01:56
21 Tobias Foss Team Jumbo – Visma + 01:56
22 Koen Bouwman Team Jumbo – Visma + 01:59
23 Harm Vanhoucke Lotto Soudal + 01:59
24 Steven Kruijswijk Team Jumbo – Visma + 01:59

Classifica generale:

1 1 – ALMEIDA João Deceuninck – Quick Step 35:35:50
2 3 ▲1 KELDERMAN Wilco Team Sunweb 0:30
3 2 ▼1 BILBAO Pello Bahrain – McLaren 0:39
4 6 ▲2 POZZOVIVO Domenico NTT Pro Cycling 0:53
5 5 – NIBALI Vincenzo Trek – Segafredo 0:57
6 7 ▲1 FUGLSANG Jakob Astana Pro Team 1:01
7 4 ▼3 VANHOUCKE Harm Lotto Soudal 1:02
8 9 ▲1 KONRAD Patrick BORA – hansgrohe 1:11
9 11 ▲2 HINDLEY Jai Team Sunweb 1:15
10 10 – MAJKA Rafał BORA – hansgrohe 1:17


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*