ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Per sempre Alfredo 2021, Moschetti vince la prima edizione
Per sempre Alfredo 2021, Moschetti vince la prima edizione

Per sempre Alfredo 2021, Moschetti vince la prima edizione

Se la aggiudica Matteo Moschetti la prima edizione della Per sempre Alfredo: il velocista della Trek-Segafredo festeggia a Sesto Fiorentino vincendo in uno sprint di gruppo la corsa nata per celebrare il grande Martini.

A 100 anni dalla nascita, ecco il ricordo, voluto dal GS Emilia, del più vincente commissario tecnico azzurro. Percorso interamente nella provincia di Firenze, contraddistinto da due circuiti e 162 km complessivi.

È la prima parte del tracciato la più impegnativa, con alcune salitelle poste in succesisone che permettono alla fuga di crearsi. A comporla sono Nicolò Buratti (nazionale italiana), Christian Scaroni (Gazprom RusVelo), Stefano Gandin (Zalf Desirée Fior) e Paul Double (Mg K Vis).

Tuttavia l’andatura in seno al gruppo è molto forte e per gli attaccanti non c’è speranza di arrivare. Quando si è già sulla seconda parte del percorso, perlopiù pianeggiante, arriva il ricongiungimento e nessun’altro riesce a fuoriuscire.

Arriva, così, la volata generale, con le due squadre WorldTour presenti, Trek-Segafredo e Team Dsm, a fare la voce grossa. A spuntarla è la prima, che dopo il grandissimo colpo di Jasper Stuyven alla Milano-Sanremo centra la doppietta con Matteo Moschetti.

Il promettente velocista italiano, che lo scorso anno ha vissuto una stagione difficile a causa di infortuni, torna a vincere ad un anno di distanza (ultima sua affermazione al Challenge Mallorca nel febbraio 2020). Secondo posto per lo spagnolo Mikel Aristi della Euskaltel-Euskadi, terzo per il rappresentante della nazionale italiana Samuele Zambelli.

Ordine d’arrivo:

1 MOSCHETTI Matteo Trek – Segafredo 125 75 0:00:00
2 ARISTI Mikel Euskaltel – Euskadi 85 55 ,,
3 ZAMBELLI Samuele Italy 70 40 ,,


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*