ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Tennis > Sinner non ce la fa, il Miami Open 2021 è di Hurkacz
Sinner non ce la fa, il Miami Open 2021 è di Hurkacz

Sinner non ce la fa, il Miami Open 2021 è di Hurkacz


Un’intera nazione idealmente a supportarlo, ma Yannik Sinner stavolta non riesce nell’impresa: nella finale del Miami Open 2021, primo Masters 1000 della stagione di scena sul cemento della Florida, a trionfare è il polacco Hubert Hurkacz con il punteggio di 76 64.

Il risultato finale nulla toglie alla grande settimana del tennista di San Candido e ai progressi che, match dopo match, sta compiendo sotto gli occhi di tutti. È ormai uno dei grandi, Sinner, e quel mezzo piede nella top 20 mondiale – dalla prossima settimana sarà numero 22 del ranking Atp – lo testimonia.

Purtroppo nell’ultimo atto del torneo statunitense le cose vanno diversamente da quanto ci si augurava: Hurkacz non è propriamente irresistibile e non fa nulla per dimostrare la sua superiorità, ma l’azzurro, spesso lodato per la sua freddezza nei momenti decisivi, sbaglia assai più del previsto e getta via la partita quando deve ancora entrare nel vivo.

Inizio già molto difficile dell’azzurro, costretto a rimontare subito lo 03 per via del break iniziale dell’avversario. Riesce a ritornare in parità, combatte punto su punto fino al tie break, dove ancora una volta il più esperto dei due si fa trovare maggiormente pronto e chiude 4-7.

Manca di lucidità, Sinner, quella lucidità rivelatasi determinante negli altri match passati, in particolare in quello di semifinale contro lo spagnolo Bautista Agut. Il secondo set sembra rivelarsi una passeggiata per Hurkacz, che vola subito sul 4-0 ed ipoteca l’incontro.

Prova nuovamente a rientrare in partita, il nostro portacolori, ma ormai è troppo tardi: il polacco chiude 64 e alza al cielo il suo primo trofeo in un Masters 1000. Tanto di cappello all’atleta dell’Est Europa, peccato per l’azzurro, che esce comunque dal campo a testa altissima.

Il record di più giovane vincitore a Miami spettava a Novak Djokovic, che nel 2017 si impose neanche ventenne sul cemento di Key Biscayne. Il serbo numero uno del mondo conserva ancora tale primato.


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*