ULTIME NEWS
Home > Mondiali di Calcio Brasile 2014 > Mondiali 2014: Mandanda 6 settimane di stop, niente Brasile
Mondiali 2014: Mandanda 6 settimane di stop, niente Brasile

Mondiali 2014: Mandanda 6 settimane di stop, niente Brasile

Il portiere del Marsiglia, Mandanda dice addio ai Mondiali 2014 dopo lo scontro con Yataberè che gli costerà sei settimane di stop.

Steve Mandanda dovrà dire addio ai Mondiale 2014, il portiere del Marsiglia si è infortunato in uno scontro con Yataberè durante la sfida contro il Guingamp e sarà costretto a saltare la competizione iridata a causa delle sei settimane di cui avrà bisogno per rimettersi dalla botta ricevuta alla cervicale.

A rassicurare sull’assenza di problemi neurologici ci ha pensato lo staff medico del Marsiglia che ha applicato al calciatore un collare cervicale per fissare la prima vertebra cervicale e il portiere dovrà indossare per tre settimane alle quali seguirà un periodo di rieducazione.

Questo arriva dopo le preoccupazioni evidenziate dall’allenatore dell’Olimpyque Marsiglia, Anigo, che al termine della sfida con il Guingamp aveva detto che i Mondiali non erano la priorità, piuttosto la salute del regazzo che fortunatamente non sembra compromessa.

Il ct della Francia, Deschamps dovrebbe sostituire Mandanda con il portiere del Saint-Etienne Stéphane Ruffier che era stato inserito dal ct come riserva al momento della compilazione delle convocazioni del 13 maggio. Lo stesso Mandanda ha parlato alla stampa dicendo di dover annunciare con grande tristezza di non poter partecipare ai Mondiali 2014 augurando il meglio alla Francia.

Mandanda è stato dal 2003 al 2007 portiere dell’Under 21 della Francia vestendo per la prima volta la maglia della Nazionale maggiore il 27 maggio 2008 durante un’amichevole contro l’Ecuador. Mandanda è stato terzo portiere della Francia durante gli Europei 2008 in Svizzera e Austria e ha giocato come titolare nelle qualificazioni ai Mondiali 2010.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*