ULTIME NEWS
Home > Mondiali di Calcio Brasile 2014 > Camerun in sciopero per i Mondiali 2014 di Brasile
Camerun in sciopero per i Mondiali 2014 di Brasile

Camerun in sciopero per i Mondiali 2014 di Brasile

Nelle ultime ore sta facendo il giro del mondo una notizia davvero interessante: il Camerun è in sciopero. Si tratta senza dubbio di un caso clamoroso, ma che non è la prima volta che accade: infatti, esso ha un precedente, avvenuto il novembre del 2011, che vede Samuel Eto’o a capo di una rivolta dei giocatori della nazionale.

Il motivo? Premi non pagati. A causa di ciò, essi si erano rifiutati di scendere in campo in vista di un match contro l’Algeria. E i provvedimenti contro questi scioperi sono stati davvero pesanti: si ricorda che il capitano in questione era stato squalificato dalla sua federazione per la bellezza di undici mesi, che non sono pochi.

A distanza di tre anni, adesso la storia si ripete, eppure non sembra la solita storiella in cui si minaccia di non giocare una partita: qui si tratta dei Mondiali! Infatti il Camerun afferma di non volersi presentare al Mondiale!

Dal punto di vista nazionale, è davvero un peccato che il Camerun rischi di non presentarsi ai Mondiali, dal momento che delle nazionali africane sono quella che nella storia della competizione hanno fatto meglio.

Si ricorda che nel 1982, la prima volta che parteciparono ad un Mondiale, furono tolti di mezzo al girone eliminatorio ma da imbattuti, e ancora nel 1990 batterono i campioni in carica dell’Argentina, mentre furono eliminati solo dall’Inghilterra li eliminò ai tempi supplementari dei quarti.

Lo sciopero suddetto sarebbe stato indetto sempre a causa di una questione di premi e bonus irrisolti: i calciatori hanno affermato che la federazione, dopo i Mondiali in Sudafrica che si sono tenuti nel 2010, avesse prima detto di affidare degli extra che invece ora ha riproposto a cifre molto inferiori.


About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*