ULTIME NEWS
Home > Mondiali di Calcio Brasile 2014 > Mondiali 2014: perchè i brasiliani protestano
Mondiali 2014: perchè i brasiliani protestano

Mondiali 2014: perchè i brasiliani protestano

Mancano ormai meno di due settimane dalla partenza dei Mondiali 2014 e in Brasile si preannunciano grandi proteste, scopriamo insieme perchè i brasiliani non vedono di buon occhio la Coppa del Mondo.

Nonostante il Brasile sia la squadra ad aver vinto più volte i Mondiali e nonostante il calcio sia lo sport principale in Brasile, il passatempo principale di ogni ragazzino e la passione di ogni uomo, i brasiliani non sono proprio entusiasti di ospitare i Mondiali 2014.

Quando nel 2007 il Brasile si assicurò i Mondiali 2014 l’indice di gradimento verso la competizione era altissimo, vicino al 75%, ma oggi è calato vertiginosamente fino ad arrivare al 48% cioè più di un brasiliano su due ritiene che ospitare i Mondiali 2014 non sia stata una decisione giusta.

Domandarsi il perchè è ovvio e la spiegazione è altrettanto intuitiva, risiede nella spesa del governo per organizzare l’evento, 11 miliardi e mezzo di dollari, una cifra davvero incredibile considerando che 3,6 miliardi provengono direttamente dall’erario pubblico di un paese in forte difficoltà come il Brasile.

Il Brasile è un paese in cui una grande fetta della popolazione vive in una situazione di difficoltà causata dalla mancanza dei servizi principali al di fuori della capitale. Nelle periferie le scuole e gli ospedali cadono a pezzi e spendere i soldi pubblici per organizzare una manifestazione sportiva, seppur importante, appare sbagliata.

Inoltre, insieme agli impianti per i Mondiali 2014, il governo si era impegnato a costruire delle infrastrutture di cui la popolazione avrebbe beneficiato in futuro ma queste infrastrutture incredibilmente non sono state realizzate, causando lo scontento popolare.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*