ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Honduras: il sogno è vincere almeno una partita
Honduras: il sogno è vincere almeno una partita

Honduras: il sogno è vincere almeno una partita

Honduras e Luis Fernando Suárez si sono posti una sola parola d’ordine per questi Mondiali: vincere. Ma no la coppa del mondo, traguardo difficilissimo o quasi impossibile per la squadra. Vincere almeno una partita.

Questo obiettivo non è stato mai infatti centrato dalla nazionale Bicolor nelle sue due uniche partecipazioni alla competizione internazionale. I catrachos, in ogni caso, nonostante questo “record” negativo, non hanno mai perso in modo troppo imbarazzante. Nei mondiali del 1982 pareggiarono con la Spagna e Irlanda del Nord, per poi perdere 1-0 con la Jugoslavia.

Nel 2010, l’Honduras perse di misura con Spagna e Cile, collezionando un solo pareggio con Svizzera. L’era di Carlos Pavón, Amado Guevara e David Suazo ormai appartiene al passato, ma l’Honduras è comunque stato in grado di ritagliarsi un posto nel Mondiale di Brasile 2014. Nel girone di qualificazione ha dovuto affrontare squadre non tropo complicate come Panama, Canada e Cuba, piazzandosi si è piazzato al terzo posto.

Durante la fase a girone è riuscito anche a battere il Messico , ma ora dovrà affrontare squadre di caratura maggiore come Francia, Svizzera ed Ecuador. L’Honduras si presenta in Brasile con molta simpatia e con poche certezze. La nazionale honduregna ci metterà tutto l’impegno possibile ed ha addirittura ingaggiato Jorge Valdano, campione mondiale nel 1986, in qualità di motivatore della squadra.

Luis Fernando Suárez, all’allenatore dell’Honduras, ha una discreta esperienza internazionale avendo guidato la nazionale in due semifinali della Gold Cup e la selezione olimpica ai quarti di finale dei giochi olimpici di Londra.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*