ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Nazionale italiana, De Rossi: L’Italia può vincere i Mondiali 2014
Nazionale italiana, De Rossi: L’Italia può vincere i Mondiali 2014

Nazionale italiana, De Rossi: L’Italia può vincere i Mondiali 2014

Nelle ultime ore Daniele De Rossi, campione del Mondo dei Mondiali 2006 insieme a Buffon e a Pirlo, ha fatto alcune dichiarazioni degne di nota, che senza dubbio vale la pena di considerare insieme: ha commentato diverse cose, prima tra tutte la perdita nella rosa di un loro compagno.

Egli ha definito il giorno in cui si è infortunato Montolivo un giorno triste: per lui non c’è cosa peggiore. Si ricordi che Montolivo si è fratturato la tibia, e quindi per lui sfuma il sogno dei Mondiali. Si, proprio Riccardo, il grande centrocampista che insieme ad Andrea Pirlo aveva partecipato allo spot per pubblicizzare lo shampoo di Garnier Fructis.

De Rossi cerca di parlare in modo razionale, dicendo che era preparato alla cosa: tutti sapevano che avrebbero perso alcuni compagni di squadra, con il passaggio dai 30 ai 23, ma perderlo in questo modo, con un infortunio, ad una manciata di giorni dai Mondiali 2014 di Brasile, è davvero un peccato.

Dopo Montolivo, De Rossi passa a parlare di Antonio Cassano, dichiarando che tale giocatore ha qualità, estro e personalità: dal suo punto di vista, il calciatore barese deve mettere qualcosa in campo qualcosa di più, perché come caratteristiche c’è.

Dopo Montolivo e Cassano, parla di sé, di Daniele De Rossi, dicendo che il fatto che lui sia stato fuori non ha inciso per niente sulla reputazione che ha Cesare Prandelli di lui: inoltre, ha mai avuto problemi in nessun ruolo, e crede di poterli fare tutti. In ogni caso, si mette a disposizione.

Infine, ha fatto delle dichiarazioni circa la propria squadra: egli crede che l’Italia è tra le squadre che possono vincere i Mondiali. Certo non sono i favoriti, come il Brasile padrone di casa, ma si tratta di una nazionale che si sta unendo di più per l’incidente a Montolivo.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*