ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Dimension Data, via al 2018 con un progetto ambizioso: il Tour de France
Dimension Data, via al 2018 con un progetto ambizioso: il Tour de France

Dimension Data, via al 2018 con un progetto ambizioso: il Tour de France

Fanalino di coda della classifica WorldTour nelle ultime due stagioni, la Dimension Data ha forti ambizioni per il futuro e non vuol smettere di crescere. A partire dal 2018 comincerà un progetto triennale che avrà come obiettivo quello di salire sul podio del Tour de France entro il 2020.

Intanto, la squadra 2018 è fatta e sarà composta da ventisette atleti provenienti da dieci nazioni diverse, guidati dal general manager Douglas Ryder: si tratta di Igor Anton, Edvald Boasson Hagen, Steve Cummings, Mekseb Debesay, Nic Dougall, Amanuel Gebreigzabhier, Reinardt Janse van Rensburg, Ben King, Louis Meintjes, Ben O’Connor, Mark Renshaw, Jay Thomson, Johann van Zyl, Julien Vermote, Natnael Berhane, Mark Cavendish, Scott Davies, Nicholas Dlamini, Bernie Eisel, Ryan Gibbons, Jacques Janse van Rensburg, Merhawi Kudus, Lachlan Morton, Serge Pauwels, Tom-Jelte Slagter, Scott Thwaites, Jaco Venter.

La formazione sudafricana sta già effettuando il primo raduno a Città del Capo con l’obiettivo di pianificare strategie e programmi e prendere decisioni riguardo ai mesi avvenire. Così il massimo dirigente presenta il suo team: “La stagione 2018 ci vede al via con sei novità e con un gruppo che sta crescendo notevolmente – le sue parole – Daremo il via al programma triennale che ci porterà al 2020. E ispirati dalla nostra campagna #BicyclesChangeLives cercheremo di avere un impatto ancora maggiore sulla diffusione del ciclismo in Africa”.

Entrando nel merito dell’organico, c’è un punto fermo nelle volate: è Mark Cavendish, che dopo aver dovuto i fatto rinunciare a gran parte della stagione appena conclusa a causa della mononucleosi, ha ottimi propositi per il nuovo anno, a cominciare dall’obiettivo Sanremo. Al suo fianco ci sarà Edvald Boasson Hagen, elemento di spicco per le Classiche del pavé e per la maglia verde al Tour de France.

Steve Cummings rimarrà una delle frecce più importanti nell’arco della squadra, da sfruttare nelle lunghe fughe nei grandi palcoscenici, mentre i nuovi innesti di peso prendono i nomi di Tom-Jelte Slagter e soprattutto di Louis Meintjes: il primo, proveniente dalla Cannondale-Drapac, sarà il punto di riferimento per la classifica generale delle brevi corse a tappe e per le Classiche vallonate; il secondo, reduce dall’esperienza alla UAE Team Emirates, cercherà la consacrazione nelle grandi corse a tappe dopo diversi piazzamenti in top ten senza, però, mettersi troppo in evidenza. Infine il gruppo di atleti africani, che cercherà di crescere ulteriormente rispetto a quanto fatto finora.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*