ULTIME NEWS
Home > Calciomercato > Juve, adios pure a Llorente: rescissione per l’ultimo colpo?
Juve, adios pure a Llorente: rescissione per l’ultimo colpo?

Juve, adios pure a Llorente: rescissione per l’ultimo colpo?

Dopo Tevez, Pirlo e Vidal la Juventus perde un altro pezzo pregiato delle ultime stagioni: Fernando Llorente rescinde, lascia Torino dopo due stagioni in direzione Siviglia. A che pro?

Il Re Leone, come è soprannominato in Spagna, diventa dunque l’ultima delle pedine importanti della Juve delle ultime stagioni ad aver cambiato casacca in questa finestra di mercato. Resta quantomeno curioso il modo in cui l’attaccante spagnolo e la società di corso Galileo Ferraris si sono detti addio.

Il Toro di Pamplona e la Juventus, infatti, hanno deciso di rescindere consensualmente il contratto che legava ancora Llorente, ormai 30enne, al bianconero per altri due anni; lo spagnolo è riuscito a strappare al Siviglia un ottimo contratto triennale con opzione per il quarto.

Vantaggioso per lui, e chissà quanto per la Juve che perde innanzitutto un buon attaccante d’area, capace di siglare 18 reti in 45 partite nella prima stagione giocata in Italia nonostante la flessione dello scorso anno (reti dimezzate, 9, con lo stesso numero di partite).

Una buona media, quella mostrata da Llorente in questi due anni italiani; e tanti gol di pregevole fattura tecnica, che dimostrano sia la prestanza atletica sia le capacità balistiche non indifferenti dello spagnolo:

Per una curiosa ironia della sorte, però, quello fra lo spagnolo e la Juventus non sarà un addio, ma un arrivederci a presto: i destini di Llorente e della Signora si incroceranno presto in Champions League, visto che il sorteggio di oggi ha piazzato nello stesso girone sia la Juventus che il Sivigliacosa non ti combina un’urna?

La dirigenza bianconera, Marotta in primis, ha preferito comunque farlo partire a parametro zero piuttosto che trattenerlo in mancanza di offerte gradite al giocatore; lo stesso Llorente inoltre si è trovato lo spazio chiuso da Morata prima, lo scorso anno, col connazionale diventato presto la spalla di Tevez (l’altro svincolato eccellente, insieme a Pirlo), e da Mandzukic poi.

Chiaramente dunque l’attaccante ha preferito dirottarsi altrove anche per rientrare magari nel giro della Roja iberica.

La Juventus dal canto suo l’ha lasciato partire ma senza fare regali: quella della triade Marotta-Paratici-Nedved (e del presidente Agnelli) è stata una mossa per liberare spazio sia nella rosa che nel bilancio per piazzare magari l’ultimo colpo di calciomercato.

È certo infatti che il club bianconero risparmierà senza Llorente circa 18 milioni in due anni; ed è probabile a quel punto che i soldi del tesoretto – sommati magari alla cessione di un’altra pedina, interessante soprattutto in prospettiva, come Coman – vengano adoperati per “finanziare” l’ultima operazione.

Da tempo si parla di un interesse vibrante della Juve per Draxler; nelle ultime ore è rispuntata l’idea Witsel. La Juventus ora ha i mezzi per completare un look già totalmente rinnovato. Bisognerà però attendere l’ultimo giorno di mercato per capire cosa bolle nella pentola juventina.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*