ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Qualificazioni Russia 2018: Spagna di poker, e l’Albania fa crack; bene Irlanda e Croazia
Qualificazioni Russia 2018: Spagna di poker, e l’Albania fa crack; bene Irlanda e Croazia
Brozovic Croazia-Islanda, Qualificazioni Russia 2018. Reuters

Qualificazioni Russia 2018: Spagna di poker, e l’Albania fa crack; bene Irlanda e Croazia

Qualificazioni Russia 2018, si sono disputate in serata le partite dei gruppi europei D, G e I: spiccano il 4-0 della Spagna e le vittorie di Irlanda e Croazia.

GRUPPO D — AUSTRIA-IRLANDA 0-1. L’Irlanda prende il comando del girone e fa sprofondare l’Austria a -6: all’Ernst Happel Stadion decide un gol di McClean al 3’ della ripresa; gli austriaci poi sprecano tantissimo e ora la qualificazione è davvero una chimera.

GEORGIA-MOLDOVA 1-1. Kazaishvili illude i padroni di casa, a un quarto d’ora dalla fine Gatcan regala ai moldovi il primo punto.

GALLES-SERBIA 1-1. Bale non può far tutto: nonostante l’11esimo gol (con 4 assist) nelle ultime 14 presenze in Nazionale, Mister 100 milioni non garantisce al suo Galles la vittoria, visto che all’85’ la Serbia trova l’insperato pari con un colpo di testa di Mitrovic che tiene a distanza proprio la truppa gallese.

 

GRUPPO G — SPAGNA-MACEDONIA 4-0. A Granada la nazionale di Lopetegui imita l’Italia di Ventura: 4-0 senza scampo alla Macedonia. Apre la gara l’autorete di Velkovski che devia nella propria rete un cross di Carvajal indirizzato a Morata. Nella ripresa vanno in gol tutti: al 62’ Vitolo (3 gol in 4 gare), all’84’ Nacho (primo gol con la maglia della Roja), all’85’ Aduriz.

ALBANIA-ISRAELE 0-3. Tracollo casalingo per De Biasi, con la sua Albania che ne intasca 3 da Israele e finisce pure in nove. Al 18’ ospiti avanti con Zahavi su rigore (causato da Djimsiti, espulso); l’ex Palermo potrebbe pure raddoppiare sempre su rigore (anche stavolta con espulsione, a rimediarla il portiere Berisha dopo una testata allo stesso Zahavi a palla lontana) ma Hoxha respinge. Il subentrato portiere però fa poi la frittata al 66’, uscendo male e consentendo a Einbinder di firmare il 2-0. Nel finale rete sigillia-risultato di Atar.

 

GRUPPO I — CROAZIA-ISLANDA 2-0. Brozo, l’aria della tua nazione ti fa bene: il centrocampista dell’Inter decide il match di Zagabria con una doppietta pesantissima all’Islanda: prima sblocca con un gran tiro al 15′ di sinistro e poi chiude i conti al 90′ di destro, dopo una bella progressione in cui mette anche a sedere un avversario. Espulso l’altro interista Perisic nel recupero: l’italiano Rocchi, arbitro della gara, lo punisce giustamente dopo una brutta entrata sull’ex pescarese Bjarnason. Pioli però può dire di aver trovato un’altra pedina importante da aggiungere al suo scacchiere.

TURCHIA-KOSOVO 2-0. Prima la paura, poi il successo: Fatih Terim coglie la prima vittoria in 4 partite. I turchi tremano quando Valon Berisha coglie il palo; in avvio di ripresa però Burak Yilmaz e Volkan Sen segnano le reti decisive. Per la nazionale di Terim è la prima vittoria in 4 partite.

UCRAINA-FINLANDIA 1-0. È Kravets l’uomo del destino per Sheva: l’ex punta milanista c.t. dell’Ucraina si gode il terzo gol in quattro partite dell’attaccante scuola Dinamo Kiev e scavalca l’Islanda al secondo posto.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*