ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Confederations Cup, il Portogallo si prende il 3° posto: 2-1 al Messico, rigore stavolta benevolo
Confederations Cup, il Portogallo si prende il 3° posto: 2-1 al Messico, rigore stavolta benevolo
André Silva Portogallo-Messico Confederations Cup. fifa

Confederations Cup, il Portogallo si prende il 3° posto: 2-1 al Messico, rigore stavolta benevolo

La finalina per il 3° posto della Confederations Cup se l’aggiudica il Portogallo, che in rimonta piega 2-1 il Messico. Dagli 11 metri sbaglia un Silva ma non l’altro.

Pur senza Cristiano Ronaldo, i campioni d’Europa del c.t. Fernando Santos riescono a raggiungere l’obiettivo minimo finendo per avere ragione del Messico, andato in vantaggio su sfortunato autogol del difensore Neto. A guidare la remuntada lusitana, nonostante il rigore sbagliato dal neo milanista André Silva, la zampata dell’esperto Pepe e l’altro rigore, trasformato dall’altro Silva, Adrien, per il 2-1 finale.

Nel segno di Silva, insomma. Coi riflettori puntati addosso André Silva si rende protagonista sin dall’inizio, diventando subito delizia e croce dei tifosi portoghesi: al 16’ l’ex Porto si procura un rigore – assegnato con il consulto della VAR per fallo netto dell’ex Verona Marquez – ma se lo divora, con Ochoa che intuisce e vola a respingere.

André Silva si incupisce un po’ dopo l’errore e finisce senza grossi squilli, a parte qualche tocco degno di nota per i suoi compagni. La sensazione è, che dopo l’errore decisivo dal dischetto nella lotteria contro il Cile, il ragazzo debba tanto migliorare nella battuta dagli undici metri.

Il Messico sembra gigioneggiare ma poi passa in vantaggio nella ripresa: al 54’ Vela raccoglie furtivamente l’assist del Chicharito Hernandez e calcia verso la porta di Rui Patricio; la palla sbatte addosso al difensore Neto (un passato in Serie A con la maglia del Siena e ora allo Zenit con Mancini) e carambola in porta per il vantaggio del Tricolor.

Il Portogallo non ci sta e prova a reagire, sfiorando il pareggio con Pizzi e Martins; l’1-1 però arriva al 91, coi campioni d’Europa che restituiscono la pariglia al Messico dopo che nei gironi Moreno aveva firmato il 2-2 al 93’: a segnare stavolta, portando tutto ai supplementari, è Pepe che irrompe con zampata sul cross di Quaresma e pareggia.

Nell’extra-time, al 104’, arriva il sorpasso portoghese: Martins riceve in area e cerca il sombrero su Layun, che stoppa la palla con un braccio provocando il rigore; sul dischetto va Adrien Silva, che fa meglio del collega e quasi omonimo e manda il Portogallo sul podio.

 


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*