ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Wimbledon 2019, Federer pone fine al sogno Berrettini
Wimbledon 2019, Federer pone fine al sogno Berrettini

Wimbledon 2019, Federer pone fine al sogno Berrettini

Non c’è stata partita, e forse ce lo aspettavamo: Matteo Berrettini si infrange contro il muro Roger Federer e deve dire addio a Wimbledon 2019, terzo Slam della stagione di scena sull’erba dell’All England Lawn Tennis Club.

Non capita di certo molto spesso di poter ammirare un italiano nella seconda settimana dei Championships. Ci è riuscito Matteo Berrettini, che sta vivendo un momento d’oro e che, nella breve stagione sull’erba, ha trionfato a Stoccarda ed è arrivato in finale ad Halle, guadagnandosi l’ingresso tra i primi venti al mondo.

Momento d’oro continuato anche qui in Gran Bretagna, specie nel terzo turno quando, opposto all’argentino Schwartzmann, ha saputo annullare tre match point prima di imporsi e di volare agli ottavi. Certamente suggestivo lo scontro tra il buon Matteo e il titano Roger Federer, che da queste parti è di casa, avendo trionfato otto volte ed essendo ad un passo dalla vittoria numero cento su questo circolo.

La promessa romana, che nello svizzero ha il suo idolo, ha assaporato il pubblico delle grandi occasioni, ma non è bastato: troppo forte il suo avversario, che ha saputo agevolmente imporsi con un netto 61 62 62 in poco meno di un’ora e un quarto di partita.

Resta comunque un momento memorabile per il tennis azzurro e per Berrettini in primis, che dalla prossima settimana ritoccherà nuovamente la sua classifica atp salendo fino alla posizione numero 18. Quanto a Sua maestà, quarti guadagnati e, qualora dovesse superarli, arriverebbe a quota 100 successi qui a Wimbledon: ovviamente, nessuno come lui. Tutto facile anche per Rafael nadal e Novak Djokovic.

Intanto se la cava con una multa Fabio Fognini, protagonista dell’ennesima uscita fuori luogo (oltreché della prematura eliminazione): gli organizzatori dei Championships lo hanno perdonato per aver imprecato contro di loro e gli commineranno soltanto una sanzione pecuniaria.


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*