ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Italia 2020, Hindley conquista la tappa regina. Kelderman arranca, ma si veste di rosa
Giro d’Italia 2020, Hindley conquista la tappa regina. Kelderman arranca, ma si veste di rosa

Giro d’Italia 2020, Hindley conquista la tappa regina. Kelderman arranca, ma si veste di rosa

Finalmente spettacolo al Giro d’Italia 2020! La tappa numero 18, quella regina della Corsa Rosa, regala le attese sentenze: Jay Hindley (Sunweb) vince sul traguardo dei Laghi di Cancano battendo in uno sprint a due Tao Geoghegan Hart (Ineos). Naufraga Joao Almeida (Deceuninck Quick Step), così la nuova maglia rosa, pur in evidente difficoltà e a oltre due minuti di ritardo dal vincitore, è Wilco Kelderman (Sunweb).

È il gran giorno: dopo alcune frazioni, diciamocela tutta, decisamente noiosette, soprattutto per via dell’eccessivo attendismo dei protagonisti, quest’oggi va in scena la tappa regina della corsa, tale specialmente dopo la cancellazione, in occasione della 20^ frazione, del Colle dell’Agnello e dell’Izoard (sostituiti dalla tripla scalata al Sestriere, di certo non una passeggiata, ma neanche paragonabile ai due colli citati).

Oggi, invece, si prospetta una gran fatica, soprattutto per via della salita a oltre duemila metri d’altitudine per arrivare al Passo dello Stelvio, la Cima Coppi di quest’edizione. Ed è chiaro che tutta l’attenzione è catalizzata dai quegli interminabili 24 km ricchi di tornanti e le altre salite in programma, pur non marginali, assumono un’importanza secondaria.

È proprio sulla prima di queste, il Campo Carlo Magno, che parte la fuga, composta da Fabio Felline (Astana), Dario Cataldo e Héctor Carretero (Movistar Team), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Stéphane Rossetto (Cofidis), Daniel Navarro (Israel Start-Up Nation), Filippo Ganna e Ben Swift (Ineos Grenadiers), Ben O’Connor (NTT Pro Cycling), Alessandro Tonelli (Bardiani).

Stavolta non si lasciano loro troppo minuti e, ai piedi dello Stelvio, il gap è già inferiore ai centoventi secondi. E puntualmente avvengono le prime crisi. Domenico Pozzovivo (NTT) è il primo a staccarsi, poi è la volta della maglia rosa Joao Almeida, che anzitempo perde le ruote degli avversari, così come Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo), Pello Bilbao (Bahrain-McLaren) e Jakub Fuglsang (Astana).

Ripresi tutti i battistrada, restano davanti coloro che hanno comandato anche a Piancavallo, ovvero la coppia della Sunweb Wilco Kelderman e Jay Hindley, più Tao Gheoghegan Hart della Ineos. Ma anche Kelderman, pur vestendo virtualmente la rosa, perde contatto dal suo compagno e dal britannico, il quale viene scortato da un encomiabile Rohan Dennis, reduce dalla fuga.

In cima transitano per primi Geoghegan e Hindley, con Kelderman a 40″ e Almeida già naufragato a oltre tre minuti. A bagnomaria gli altri big, compreso un Nibali in evidente difficoltà. Entrambi i corridori della Sunweb hanno molta difficoltà ad indossare la mantellina: l’olandese, addirittura, decide di buttarla via, sfidando freddo e vento oltre l’altimetria.

E quando la strada ricomincia a salire, rapidamente il distacco dell’olandese si amplia, fino ad essere ripreso e superato anche dal gruppo di Fuglsang & Co. Tra gli appartenenti a questo gruppo, brilla Bilbao, il quale del suo passo arriva vicinissimo alla coppia di testa, salvo poi non riuscire nell’aggancio.

Hindley e Geoghegan Hart vanno a giocarsi il successo e ad avere la meglio è l’australiano, per una tappa intera a ruota, fino a sopravanzare nel momento decisivo il britannico. I due riaprono prepotentemente il Giro, dal momento che, con Almeida fuori dai giochi, sono ora entrambi a pochi secondi dal nuovo leader Kelderman.

Quest’ultimo paga ben 2’17” al traguardo, ma riesce a vestire la rosa, la cui lotta si è finalmente infiammata: tre corridori in lotta per il gradino più alto del podio, due dei quali sono compagni di squadra, racchiusi in soli 15″.

Nibali arriva assieme ad Almeida a quasi cinque minuti ed è ora ottavo in classifica, seguito dal connazionale Fausto Masnada (Deceuninck – Quick Step).

Ordine d’arrivo 18^ tappa:

1 HINDLEY Jai Team Sunweb 100 80 6:03:03
2 GEOGHEGAN HART Tao INEOS Grenadiers 40 50 ,,
3 BILBAO Pello Bahrain – McLaren 20 35 0:46
4 FUGLSANG Jakob Astana Pro Team 12 25 1:25
5 KELDERMAN Wilco Team Sunweb 4 18 2:18
6 KONRAD Patrick BORA – hansgrohe 15 4:04
7 ALMEIDA João Deceuninck – Quick Step 12 4:51
8 NIBALI Vincenzo Trek – Segafredo 10 ,,
9 PERNSTEINER Hermann Bahrain – McLaren 8 ,,
10 MASNADA Fausto Deceuninck – Quick Step 6 4:55
11 MAJKA Rafał BORA – hansgrohe 5 6:43
12 NOVAK Domen Bahrain – McLaren 4 8:15
13 POZZOVIVO Domenico NTT Pro Cycling 3 8:17
14 DENNIS Rohan INEOS Grenadiers 2 8:33
15 O’CONNOR Ben NTT Pro Cycling 1 11:48
16 SWIFT Ben INEOS Grenadiers 14:48
17 WARBASSE Larry AG2R La Mondiale 15:01
18 PARET-PEINTRE Aurélien AG2R La Mondiale ,,
19 SAMITIER Sergio Movistar Team 16:22
20 OOMEN Sam Team Sunweb 20:43
21 FELLINE Fabio Astana Pro Team ,,
22 NAVARRO Daniel Israel Start-Up Nation ,,
23 GANNA Filippo INEOS Grenadiers 21:08
24 ARMÉE Sander Lotto Soudal 24:15
25 ZAKARIN Ilnur CCC Team 26:56
26 BIDARD François AG2R La Mondiale ,,
27 HAGEN Carl Fredrik Lotto Soudal ,,
28 KNOX James Deceuninck – Quick Step 26:58
29 TUSVELD Martijn Team Sunweb ,,
30 DOMBROWSKI Joe UAE-Team Emirates ,,
31 GHEBREIGZABHIER Amanuel NTT Pro Cycling ,,
32 SERRY Pieter Deceuninck – Quick Step ,,
33 HAMILTON Chris Team Sunweb ,,
34 CASTROVIEJO Jonathan INEOS Grenadiers ,,
35 TONELLI Alessandro Bardiani-CSF-Faizanè ,,
36 GUERREIRO Ruben EF Pro Cycling ,,
37 PEDRERO Antonio Movistar Team 28:38
38 ROSSETTO Stéphane Cofidis, Solutions Crédits 29:37
39 MCNULTY Brandon UAE-Team Emirates ,,
40 GREGAARD Jonas Astana Pro Team ,,
41 HOLMES Matthew Lotto Soudal 29:46

Classifica generale:

01 1 Wilco Kelderman Team Sunweb 77:46:56
02 1 Jai Hindley Team Sunweb + 12
03 1 Tao Geoghegan Hart INEOS Grenadiers + 15
04 1 Pello Bilbao Bahrain-McLaren + 01:19
05 4 Joao Almeida Deceuninck-Quick Step + 02:16
06 5 Jakob Fuglsang Astana Pro Team + 03:59
07 2 Patrick Konrad Bora – Hansgrohe + 05:40
08 1 Vincenzo Nibali Trek-Segafredo + 05:47
09 1 Fausto Masnada Deceuninck-Quick Step + 06:46
10 2 Hermann Pernsteiner Bahrain-McLaren + 07:43


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*