ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Ci lascia Paolo Rossi, l’eroe di Spagna ’82
Ci lascia Paolo Rossi, l’eroe di Spagna ’82

Ci lascia Paolo Rossi, l’eroe di Spagna ’82

Pochi giorno dopo Diego Armando Maradona, un altro lutto colpisce il mondo del calcio: ci lascia, all’età di 64 anni, Paolo Rossi, l’eroe di Spagna ’82.

Il bomber gentile, il classe ’56 di Prato, che a cavallo degli anni Ottanta meravigliò gli appassionati di calcio italiano ed internazionale. Esplose nelle file del Vicenza, dove si aggiudicò il titolo di capocannoniere che gli valse, dopo una stagione a Perugia, l’ingaggio nella Juventus.

Fu qui che Paolo vinse praticamente di tutto, circondato da quello squadrone che costituì l’ossatura della nazionale italiana di Enzo Bearzot, di cui egli costituì il punto di riferimento. E proprio con la maglia azzurra raggiunse il punto più alto, ovvero la conquista dei Campionati Mondiali di Spagna ’82.

Mondiali che non partirono affatto bene per l’Italia, con quella qualificazione a stento nella fase a gironi. Ma lì si accese la lampadina e lì si accese Paolo Rossi, autore di una scalata irresistibile dai quarti fino alla finale.

Tre gol rifilati al Brasile di Falcao e Socrates, due alla Polonia in semifinale e, dulcis in fundo, la rete realizzata contro la Germania Ovest nella finalissima del Santiago Bernabeu che valse all’Italia il terzo mondiale della sua storia. Con sei gol (in tre partite) Paolo Rossi si aggiudicò anche il titolo di capocannoniere del torneo. A fine anno vinse anche il Pallone d’oro (secondo italiano a vincerlo dopo Gianni Rivera).

Terminata la carriera a 31 anni, dopo aver militato anche nel Milan e nel Verona. Ed ora, alla notizia della sua scomparsa, è unanime il cordoglio del mondo del calcio e delle istituzioni.

“Sei mesi fa ho perso un fratello, oggi ne piango un altro”, è il commento di Antonio Cabrini, mentre l’allenatore di quella grande Juventus, Giovanni Trapattoni, dice “Ciao Paolo… I giocatori non dovrebbero andarsene prima degli allenatori”.

“Nell’estate del 1982 con i suoi gol ha regalato un sogno a intere generazioni. È stato il simbolo di una Nazionale e di un’Italia, unita e tenace, capace di battere avversari di enorme caratura. Addio a Paolo Rossi, indimenticabile campione. L’Italia ti ricorderà con affetto”, sono le parole twittate dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*