ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Italia: contro l’Uruguay ci sarà rivoluzione
Italia: contro l’Uruguay ci sarà rivoluzione

Italia: contro l’Uruguay ci sarà rivoluzione

Italia già con la testa verso la prossima partita contro l’Uruguay. Sarà un match da dentro o fuori per entrambe le squadre, che scenderanno in campo con l’obiettivo di vincere a tutti i costi.

Ancora una volta la nazionale azzurra si gioca tutto all’ultima partita, una sorta di tradizione italiana, intitolate “come complicarsi la vita con le nazionali meno blasonate (cit)”. La sconfitta con il Costa Rica impone agli azzurri di giocarsi tutto nella terza ed ultima partita del girone.

Contro l’Uruguay basta anche un pareggio, ma Suarez e Cavani accrescono le ansie azzurre, perché il fatto di giocare con uno degli attacchi più forti del Mondiale complica non poco le cose alla nostra nazionale. Sicuramente una vittoria ieri sera avrebbe messo in sicurezza il passaggio verso gli ottavi di finale, ma parlarne ora è superfluo.

Prandelli potrebbe lasciare invariato il sistema di gioco, anche se deve fare i conti con l’infermeria. De Rossi non si sa se giocherà a causa di un problema muscolare al polpaccio destro e Thiago Motta potrebbe essere chiamato a sostituirlo davanti ala difesa. Prandelli sta valutando se lasciare da parte il 4-1-4-1 e proporre il 4-3-3 con cui il ct azzurro ha tentato di cambiare le sorti della partita contro il Costa Rica.

Ma la rivoluzione passa anche per la brutta prestazione di Cassano, Cerci e Insigne che hanno deluso molto il ct e convinto ben pochi. A disposizione ci sarebbe Immobile, l’unico che non ha giocato ieri, ma Prandelli lo considera l’alternativa a Balotelli. Molti si chiedono se avrà il coraggio, Prandelli, di lasciare in panchina SuperMario e lanciare il capocannoniere della serie A.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*