ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Tennis > Australian Open 2016, impresa Kerber: Serena Williams al tappeto
Australian Open 2016, impresa Kerber: Serena Williams al tappeto
Foto: Getty Images

Australian Open 2016, impresa Kerber: Serena Williams al tappeto

Sembrava che l’incubo Roberta Vinci fosse definitivamente alle spalle, che quella incredibile serata di New York, valsa l’addio al sogno di centrare il Grand Slam, fosse dimenticata e che quella straordinaria campionessa che risponde al nome di Serena Williams avesse ritrovato se stessa e le vittorie che contano.

Ma è a dir poco sensazionale la finale che va in scena sulla Rod Laver Arena agli Australian Open 2016, primo Slam della stagione: la numero uno al mondo finisce di nuovo al tappeto e a metterla Ko è Angelique Kerber, che a 28 anni conquista il primo Major della sua carriera.

L’aveva detto Steffi Graf, ultima tedesca ad alzare un trofeo Slam (Wimbledon 1999): “Credici!”. E la bella Angelique è stata di parola, conducendo una partita impeccabile che, in poco più di due ore, l’ha vista vincitrice in tre set col punteggio di 64 36 64.

Una sconfitta che sa di beffa, per Serenona, che non riesce ad agguantare proprio la Graff nel computo dei tornei Slam vinti (22 a 21); una sconfitta che fa uno strano effetto perché si tratta della quinta, in ben 26 finali disputate nei quattro tornei più importanti al mondo: soltanto Sharapova (Wimbledon 2004), Venus (Us Open 2001 e Wimbledon 2008) e Stosur (Us Open 2011) erano riuscite nell’impresa.

La vinta rende comunque onore alla vincitrice: “E’ stata una partita bellissima. Angie sei stata la migliore ed hai meritato di vincere: goditi questo fantastico momento“, ha ammesso sportivamente rivolgendosi alla Kerber, che da parte sua ha lodato la sua avversaria definendola “una persona fantastica” e una “grandissima campionessa”.

Ho lavorato per tutta la mia vita ed ora posso dire che sono una campionessa Slam!“, ha poi aggiunto la nuova campionessa, che ha rischiato di andare a casa al primo turno per mano (salvato un match point), ma ha poi trovato i colpi giusti per mettere a segno una vittoria dopo l’altra, fino alla più prestigiosa della sua vita, quella che le permetterà di issarsi fino alla posizione numero due al mondo.

Domani gran finale maschile: di scena lo scontro tra Novak Djokovic e Andy Murray.


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*