ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Tour de France 2016: a Morzine primo Izaguirre, terzo Nibali. Froome, terza maglia gialla
Tour de France 2016: a Morzine primo Izaguirre, terzo Nibali. Froome, terza maglia gialla

Tour de France 2016: a Morzine primo Izaguirre, terzo Nibali. Froome, terza maglia gialla

Morzine ha emesso i suoi verdetti: Chris Froome vince il Tour de France 2016, il terzo in carriera, dopo aver brillantemente superato anche la 20^ tappa, l’ultima prima dei Campi Elisi. Agevole controllo da parte del britannico del Team Sky nel giorno in cui arriva nuovamente la fuga: primo Ion Izaguirre (Movistar) davanti a Jarlinson Pantano (IAM) e Vincenzo Nibali (Astana). Naufraga Fabio Aru (Astana).

Inizia alle 12.55 la frazione che ha il compito di dare i definitivi responsi sulla 103^ Grande Boucle. E non trascorre molto tempo affinché una corposa fuga prenda piede, nonostante la pioggia che, come già accaduto ieri, accompagna insistentemente i corridori.

Sono 37 gli atleti che si portano al comando, tra i quali figurano corridori appartenenti a squadre ancora in lotta per le posizioni di vertice: è il caso di  Sergio Henao (Sky), Ion Izagirre e Nelson Oliveira (Movistar), Vincenzo Nibali e Jakob Fuglsang (Astana), Ben Gastauer, Cyril Gautier e Alexis Gougeard (AG2R La Mondiale), Frank Schleck e Jasper Stuyven (Trek-Segafredo), Peter Sagan e Roman Kreuziger (Tinkoff), Alberto Rui Costa (Lampre-Merida), Julian Alaphilippe (Etixx-QuickStep), Chris Juul-Jensen e Michael Matthews (Orica-BikeExchange).

Con loro troviamo anche Wilco Kelderman e George Bennett (Lotto-Jumbo), Jarlinson Pantano (IAM), Pierre Rolland, Tom-Jelte Slagter e Dylan van Baarle (Cannondale-Drapac), Patrick Konrad (Bora-Argon 18), Ilnur Zakarin (Katusha), Tony Gallopin (Lotto-Soudal), Sylvain Chavanel e Fabrice Jeandesbosz (Direct Energie) e Nicolas Edet (Cofidis).

Mentre la Astana controlla che il gap si mantenga attorno ai cinque minuti, davanti sono in otto ad allungare: Izagirre, Nibali, Sagan, Kreuziger, Rui Costa, Pantano, Alaphilippe e Gougeard. Nibali non collabora, mentre il grosso del lavoro lo fa Sagan in favore del suo capitano Kreuziger. I battistrada aumentano chilometro dopo chilometro le loro chanche di giungere fino al traguardo perché dietro si vive di nuovo nell’attesa: tanti buoni propositi al mattino, ma in corsa le cose vanno ben diversamente e nessuno ha il coraggio di scatenare la bagarre.

Sui primi rientra De Gendt, che scollina per primo sui primi 3 GPM si assicura il secondo posto nella classifica della maglia a pois, ormai vinta a Rafal Majka. Giù per la discesa del Col de la Ramaz, poi, allungano Alaphilippe e Pantano, spesso protagonisti in queste tre settimane. Ma sul Col de Joux Plane rientrano prima Nibali, che si porta temporaneamente solo in testa, poi Izaguirre, che va a prendere uno ad uno chi lo precede.

E lo spagnolo, una volta scollinato sull’ultima vera salita del Tour, si fionda subito in discesa e, prendendosi a volte qualche rischio di troppo, va a staccare Pantano e Nibali, i più immediati inseguitori. Il vantaggio accumulato lo gestisce fin sul traguardo: lo spagnolo, primo a Morzine, regala alla sua squadra, la Movistar, e alla sua nazione la prima affermazione in quest’edizione finora sottotono. Secondo posto per l’instancabile e sempre in evidenza Pantano, terzo per un buon Nibali, che perde l’attimo per seguire l’iberico in discesa, ma mostra una condizione sempre più positiva verso Rio 2016.

E in gruppo cosa accade? Davvero nulla, se non le difficoltà che incontra Fabio Aru sin dalle prime rampe dello Joux Plane. Il sardo arriva al traguardo con oltre 10 minuti di ritardo, perdendo anche la top ten della classifica generale, nonostante la sua squadra abbia lavorato sin dal mattino in suo favore.

Tutto facile per Chris Froome, che festeggia il terzo Tour de France in carriera. Sul podio finale finiscono il francese Romain Bardet (Ag2R La Mondiale) e Nairo Quintana (Movistar), che nonostante una corsa davvero opaca riesce a classificarsi al terzo posto al termine di tre settimane in cui gli uomini di classifica – Froome a parte – hanno regalato davvero uno scialbo spettacolo.

Ordine d’arrivo 20^ tappa:

1. ESP IZAGUIRRE Ion 17 MOVISTAR TEAM 04h 06′ 45”
2. COL PANTANO Jarlinson 79 IAM CYCLING 04h 07′ 04” + 00′ 19”
3. ITA NIBALI Vincenzo 22 ASTANA PRO TEAM 04h 07′ 27” + 00′ 42”
4. FRA ALAPHILIPPE Julian 182 ETIXX-QUICK STEP 04h 07′ 34” + 00′ 49”
5. POR FARIA DA COSTA Rui Alberto 151 LAMPRE – MERIDA 04h 08′ 28” + 01′ 43”
6. CZE KREUZIGER Roman 36 TINKOFF 04h 08′ 29” + 01′ 44”
7. NED KELDERMAN Wilco 51 TEAM LOTTO NL – JUMBO 04h 07′ 34” + 00′ 49”
8. ESP RODRIGUEZ OLIVER Joaquin 141 TEAM KATUSHA 04h 10′ 09” + 03′ 24”
9. IRL MARTIN Daniel 184 ETIXX-QUICK STEP 04h 10′ 57” + 04′ 12”
10. FRA BARDET Romain 41 AG2R LA MONDIALE 04h 10′ 57” + 04′ 12”
11. COL QUINTANA Nairo 11 MOVISTAR TEAM 04h 10′ 57” + 04′ 12”
12. ESP VALVERDE Alejandro 12 MOVISTAR TEAM 04h 10′ 59” + 04′ 14”
13. GBR YATES Adam 209 ORICA-BIKEEXCHANGE 04h 10′ 59” + 04′ 14”
14. RSA MEINTJES Louis 157 LAMPRE – MERIDA 04h 10′ 59” + 04′ 14”
15. POL MAJKA Rafal 37 TINKOFF 04h 11′ 02” + 04′ 17”
16. ITA CARUSO Damiano 94 BMC RACING TEAM 04h 11′ 03” + 04′ 18”
17. NED POELS Wouter 6 TEAM SKY 04h 11′ 03” + 04′ 18”
18. GBR THOMAS Geraint 9 TEAM SKY 04h 11′ 03” + 04′ 18”
19. COL HENAO Sergio Luis 2 TEAM SKY 04h 11′ 03” + 04′ 18”
20. GBR FROOME Christopher 1 TEAM SKY 04h 11′ 03” + 04′ 18”

Classifica generale:

1. GBR FROOME Christopher 1 TEAM SKY 86h 21′ 40”
2. FRA BARDET Romain 41 AG2R LA MONDIALE 86h 25′ 45” + 04′ 05”
3. COL QUINTANA Nairo 11 MOVISTAR TEAM 86h 26′ 01” + 04′ 21”
4. GBR YATES Adam 209 ORICA-BIKEEXCHANGE 86h 26′ 22” + 04′ 42”
5. AUS PORTE Richie 91 BMC RACING TEAM 86h 26′ 57” + 05′ 17”
6. ESP VALVERDE Alejandro 12 MOVISTAR TEAM 86h 27′ 56” + 06′ 16”
7. ESP RODRIGUEZ OLIVER Joaquin 141 TEAM KATUSHA 86h 28′ 38” + 06′ 58”
8. RSA MEINTJES Louis 157 LAMPRE – MERIDA 86h 28′ 38” + 06′ 58”
9. IRL MARTIN Daniel 184 ETIXX-QUICK STEP 86h 28′ 44” + 07′ 04”
10. CZE KREUZIGER Roman 36 TINKOFF 86h 28′ 51” + 07′ 11”


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*