ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Liga, 12ª giornata: CR7 fa quel che gli pare, tripletta monstre e Atletico al tappeto
Liga, 12ª giornata: CR7 fa quel che gli pare, tripletta monstre e Atletico al tappeto
Ronaldo Atletico-Real, Liga. Afp

Liga, 12ª giornata: CR7 fa quel che gli pare, tripletta monstre e Atletico al tappeto

Dopo tre anni e mezzo di digiuno il Real vince il derby di Madrid, nel sabato della 12ª di Liga. Pensa a tutto Cristiano Ronaldo: tripletta mostruosa e Cholo a tappeto.

La vittoria vale triplo per i Blancos: il Calderon viene mandato in pensione con l’ultima stracittadina giocata sul suo campo che viene vinta dalle odiatissime merengues (per il primo clasico perso in casa da Simeone); i Colchoneros scivolano addirittura a -9 dall’altra metà del cielo di Madrid; infine il rivale numero uno, Cristiano Ronaldo, sfonda un altro record storico proprio quando secondo alcuni aveva imboccato la strada dell’involuzione e della latenza nei grandi appuntamenti.

Tripletta da urlo, per l’asso di Madeira, e nuovo record di reti nella storia dei “clasicos” di Madrid con 18 centri in 26 partite, uno in più di Di Stefano nello stesso numero di sfide. Un mostro che veste la camiseta blanca numero 7. Zidane ringrazia: il tecnico madridista allunga a 29 la striscia di risultati utili (24 in Liga) e piazza il primo strappo in classifica, dove adesso i Blancos guidano con quattro lunghezze sul Barça (stoppato 0-0 in casa dal Malaga!) e addirittura nove sull’Atletico, adesso quinto e ferito a morte.

Dopo una volée di Saul a lato di un soffio e un’occasionissima per CR7 ben rintuzzata da Oblak il primo tempo è tutto un monologo ronaldiano: al 23’ destro su punizione, deviazione della barriera (sembra di Savic) e Real avanti. Il Cholo è una tarantola, Isco-Ronaldo per poco non combinano il raddoppio col portoghese che grazia Oblak.

Nella ripresa dopo aver giocato sul velluto il Real subisce il ritorno di fiamma dell’Atletico, spinto dal suo assordante catino rojiblanco: ci provano prima Carrasco sfiorando l’eurogol, poi Griezmann. Nel momento di maggior pressione colchonera ecco la doccia fredda per la banda di Simeone: CR7 sfugge a Savic in velocità e si procura il rigore che freddamente trasforma. Real sullo 0-2 e velleità di rimonta dell’Atletico smorzate quasi sul nascere.

Sei minuti dopo Ronaldo mette la ciliegina sulla torta su una prestazione magnifica e si porta direttamente il pallone a casa, firmando la tripletta in contropiede con un facile tap-in su assist di Bale. All’82’ meritata passerella per il fuoriclasse portoghese. Un altro record frantumato, in una serata perentoria, peraltro in casa dei cugini rivali: una soddisfazione tripla e tutta Real.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*