ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, Pisa: si va verso la cessione, il 22 incontro per le firme. Con lo Spezia si gioca
Serie B, Pisa: si va verso la cessione, il 22 incontro per le firme. Con lo Spezia si gioca
Pisa Calcio 2016-2017

Serie B, Pisa: si va verso la cessione, il 22 incontro per le firme. Con lo Spezia si gioca

Pisa, c’è l’accordo per la cessione del club toscano di Serie B: il 22 dicembre le parti dal notaio per le firme. Dovrebbe disputarsi regolarmente Pisa-Spezia di sabato.

Il club nerazzurro toscano va dunque verso la cessione, questa volta non sbandierata ma definitiva. L’accordo fra le parti è totale e il 22 dicembre davanti al notaio verrà notificato il tutto. La conferma è arrivata anche dal presidente della Lega di Serie B Andrea Abodi in una nota ufficiale.

«Il comunicato di pochi minuti fa con il quale Carrara Holding dichiara di accettare irrevocabilmente la proposta di acquisto dell’AC Pisa 1909 da parte degli Investitori della Magico srl rappresenta un passaggio fondamentale in questo lungo – troppo lungo – iter che giovedì potrà far uscire il club dallo ‘stallo’ con una nuova proprietà.»

Dovrebbe dunque essere messo nero su bianco il passaggio di proprietà dalla Carrara Holding dei Petroni alla Magico srl di Giuseppe Corrado.

Lo stesso presidente della Lega di Serie B Abodi ha concluso con fiducia la propria nota: «Siamo certi della massima concentrazione e della piena volontà delle due Parti per far in modo che dopodomani il Notaio possa finalmente formalizzare l’atto di cessione che potrà dare inizio alla nuova gestione del Pisa».

Nel frattempo, non sembra essere a rischio il normale svolgimento di Pisa-Spezia, in programma sabato 24 dicembre alle 12.30 sul terreno dell’Arena Garibaldi-Romeo Anconetani. Nel corso della riunione del Gruppo Operativo Sicurezza, tenutasi questa mattina all’ombra della Torre, lo Spezia Calcio «ha formalmente richiesto un ampliamento della capienza del settore riservato ai tifosi ospiti, dagli attuali 300 posti ad almeno 600 unità» (come riferito da una nota dello stesso club ligure).

Lo Spezia infatti ha ribadito la propria ferma intenzione di voler disputare l’incontro, per non compromettere la regolarità del campionato. Il rischio è dettato dal fatto che all’Arena Garibaldi ieri è stata staccata la corrente viste le bollette per 4.000 euro che la vecchia proprietà non aveva pagato.

Il conto alla rovescia è partito: Pisa-Spezia, fra l’altro sfida sentitissima a livello di tifoserie, dovrebbe giocarsi regolarmente, ma il condizionale resta d’obbligo.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*