ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Champions League > Champions: vittoria d’altri tempi del Benfica, 1-0 tutto sofferenza al Dortmund sciupone
Champions: vittoria d’altri tempi del Benfica, 1-0 tutto sofferenza al Dortmund sciupone
Benfica-Dortmund, Champions. AFP

Champions: vittoria d’altri tempi del Benfica, 1-0 tutto sofferenza al Dortmund sciupone

Un tiro nello specchio e un gol, e poi solo cuore sotto il costante assedio tedesco: il Benfica piega 1-0 il Dortmund. Aubameyang sbaglia un rigore.

Un altro pronostico ribaltato, in questa prima notte dopo il letargo della Champions League: non solo l’umiliazione totale del Barcellona firmata Psg, ma anche l’inaspettato k.o. del Borussia Dortmund in Portogallo.

I tedeschi fanno la partita al Da Luz, ma a vincere la gara d’andata sono le Aquile del Portogallo, sono i padroni di casa grazie a un gol segnato a inizio ripresa da Konstantinos Mitroglou. Il centravanti greco mette dentro la zampata giusta che decide il match e vince il duello a distanza col collega di reparto Aubameyang: la punta gabonese si divora l’impossibile davanti a Ederson (migliore in campo per i salvataggi miracolosi), compreso un calcio di rigore calciato in maniera orribile.

Un rigore che poteva dare una legittimazione autorevole al completo dominio mostrato dai gialloneri di Tuchel per tutti i 90’, con occasioni fallite, miracoli di Ederson e una mira che ha fatto cilecca in più di un’occasione. Aubameyang docet.

Salvio ha sul destro la prima grande occasione del match: dribbling secco su Papastathopoulos e botta alta davanti a Bürki. Nulla, però, in confronto a quello che si mangia pochi minuti più tardi Aubameyang: Dembelé lo pesca a tu per tu con Ederson, il gabonese però fa la figura del dilettante e spara alle stelle.

Sono di marca giallonera tutti i primi 45’: Ederson, o Lindelof in casi estremi, si oppongono a Dembélé; Schmelzer ciabatta sul fondo un sinistro da ottima posizione. E su un errore in copertura di Fejsa, ancora Schmelzer tocca al centro per Aubameyang mandando fuori causa Ederson, ma l’attaccante dei tedeschi non arriva a deviare con la porta vuota.

Il calcio però ha logiche tutte strane più vicine al trionfo dell’irrazionale. Che si concretizzano dopo pochi minuti del secondo tempo: sponda in area di Luisão, Mitroglou fa fuori Bürki con un controllo di tacco trovandosi spalancata la porta e firma l’inaspettato 1-0 portoghese. La reazione del Borussia Dortmund è veemente, ma sulla strada dei gialloneri c’è sempre Ederson: decisivi i suoi interventi multipli su Dembélé, Reus e Piszczek.

Al 57’ potrebbe esserci la svolta: Fejsa commette in area uno sciocco fallo di mano, Rizzoli se ne avvede e concede il rigore. Dal dischetto però Aubameyang calcia centralissimo e in modo prevedibile e a Ederson non resta che rimanere fermo e respingere.

Tuchel ricorre allora alla panchina: dentro Schürrle, Castro e Pulisic. Proprio il giovanissimo americano scarica verso la porta lusitana un missile al volo, deviato fortuitamente, ma anche stavolta Ederson para d’istinto. Una parata che salva capre, cavoli e Aquile. Che per una notte volano alte sul cielo d’Europa, dimostrandosi una delle grandi del Continente. Ritorno fra tre settimane in Germania.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*