ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > EuroBasket 2017, bene Italia: anche l’Ucraina è affossata, ottavi vicini
EuroBasket 2017, bene Italia: anche l’Ucraina è affossata, ottavi vicini
Hackett Italbasket Italia-Ucraina, EuroBasket 2017

EuroBasket 2017, bene Italia: anche l’Ucraina è affossata, ottavi vicini

La seconda dell’Italia a EuroBasket 2017 finisce come la prima: gli azzurri di Messina impacchettano pure l’Ucraina e fanno un altro deciso passo in avanti.

Certo, l’Ucraina era senz’altro la formazione materasso del girone, eppure le risposte offerte contro di essa da Italbasket danno grandi spiragli per il cammino azzurro in questo Europeo: altre conferme, sia in attacco che in difesa, e fiducia mentale che va aumentando nel serbatoio in vista della fase davvero decisiva del girone, che inizia già domani con la gara della verità contro la Lituania vicecampionessa d’Europa in carica e killer della nazionale agli Europei di due anni fa.

Impatto positivo degli azzurri specie in difesa, anche se l’Ucraina con Kravtsov cerca di far valere le sue – seppur flebili – ragioni. Ma noi abbiamo Belinelli: il Beli mette in fila sette punti consecutivi che fanno 11-10; Biligha e Baldi Rossi in qualità di seconde linee consentono agli ucraini di rimanere a contatto sfruttando il pick and roll. Ci servono 5 punti e la bomba di Filloy (12 punti alla fine) per chiudere il primo quarto sul 19-16.

A inizio secondo con l’Ucraina ancora rognosa sotto canestro Messina chiama timeout e scuote finalmente i suoi. Ad accendere la luce è sempre lui, Marco Belinelli: l’uomo nuovo degli Atlanta Hawks arriva all’intervallo con 21 punti e 5/7 da tre, con quattro triple in chiusura dei secondi 10’ che materializzano il vantaggio di doppia cifra, 43-33.

Italbasket scema un attimo in lucidità a inizio ripresa, ma è solo un istante; poi capitan Datome trova cinque punti consecutivi che la fanno volare sul 50-37. Messina comincia a uscire le rotazioni e rispedisce sul campo Baldi Rossi e Burns, che rispondono rispettivamente con una tripla e con una grande grinta a rimbalzo sino ad arrivare al 59-48.

Peccato per la solita flessione da risultato acquisito che pervade gli uomini di Messina negli ultimi 10’: l’Ucraina arriva sino al -4 sul 62-58 prima che i senatori Datome (12 punti con 3/4 dall’arco), Aradori (13) e Belinelli riprendano per mano l’Italia e la portino al 78-66 finale.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*