ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > GP Montreal 2017, spettacolare vittoria di Diego Ulissi!
GP Montreal 2017, spettacolare vittoria di Diego Ulissi!

GP Montreal 2017, spettacolare vittoria di Diego Ulissi!

Alè! Diego Ulissi vince la sua prima Classica in carriera trionfando al GP Montreal 2017: un’azione, quella dell’azzurro in forza alla UAE Team Emirates, cominciata alla penultima tornata del circuito cittadino e concretizzata con una volata vincente su Jesus Herrada (Movistar) e Tom-Jelte Slagter (Cannondale-Drapac). Dopo tanta attesa, finalmente l’atleta livornese trova il massimo risultato nelle corse in linea di primo livello!

La cronaca. È tempo della seconda delle due prove WorldTour canadesi, quella più impegnativa: dopo Quebec City, è la volta di Montreal. Si gareggia su un percorso di 205.70 km suddivisi in un circuito di 12.3 km da percorrere per 17 volte; 3893 metri è il dislivello totale da superare su per la Côte Camilien-Houde (1800 metri all’8%), la Côte de la Polytechnique (780 metri al 6% di pendenza media) e la Côte de la Polytechnique (600 metri al 4%), le asperità previste.

Sono Ian Boswell (Team Sky) e Natnael Behrane (Dimension Data) i soli due corridori che tentano l’avanscoperta fin dalla partenza da Avenue Park. Non possono fare tanta strada da soli, ed è per questo che, quando la gara entra nel vivo, a meno di cinquanta chilometro alla conclusione, il loro vantaggio è ormai annullato. Nel momento del ricongiungimento, provano a ridare slancio all’azione altri due corridori, vale a dire Michael Albasini (Orica-Scott), Simone Petilli (UAE Team Emirates), Benjamin Perry (Israel Cycling Academy) e Matteo Dal Cin (Canada).

Esaurito in breve tempo questo nuovo tentativo, è Alberto Bettiol (Cannondale-Drapac) a provarci tutto solo, prima di essere raggiunto da un nutrito drappello di corridori, compreso il suo compagno di squadra Rigoberto Uran e l’altro italiano Valerio Conti (UAE Team Emirates). Non c’è nulla da fare neppure per questi, ma al termine del penultimo giro il gruppo si frattura e davanti una decina di corridori prende un margine che arriva a 40″.

Chi dà tutto è Marco Marcato (UAE Team Emirates) in favore del suo compagno Diego Ulissi, tra i più vivaci all’interno di questa iniziativa che vede coinvolti anche Tony Gallopin (Lotto Soudal), Bauke Mollema (Trek-Segaafredo), Jan Bakelants (AG2R La Mondiale), Tom-Jelte Slagter e Jesus Herrada. Dal gruppo non si può più scherzare ed il primo ad accorgersene sono Sergio Henao (Team Sky) e Tim Wellens (Lotto Soudal), che tentano invano di riagganciarsi alla testa della corsa.

Ai meno cinque chilometri cerca di prendere in mano la situazione Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), che riceve man forte da Tom Dumoulin (Sunweb), ma ormai è troppo tardi: gli attaccanti cominciano l’ultimo chilometro con quindici secondi di vantaggio e arrivano fino al traguardo. Tenta un attacco da finisseur Gallopin, ma il francese viene stoppato proprio da Ulissi, il quale, in prossimità dello sprint finale, si mette a ruota di Bakelants e dalla sua scia apre il gas che lo porta a tagliare il traguardo a braccia alzate.

L’avevamo attesa tanto la sua prima affermazione in una Classica, ora questa è arrivata, seppur in una prova dalla storia giovane. Ed è meritatissima per al condotta di gara della sua squadra, sempre in prima linea nelle battute finali con i vari Petilli, Conti e Marcato. L’Italia conquista la terza Classica WorldTour in meno di un mese dopo le due messe a segno da Viviani (GP Amburgo e GP Plouay) e centra la prima vittoria in Canada dal momento in cui Quebec e Montreal sono entrate a far parte del calendario Uci.

I favoritissimi arrivano a 16″ regolati da Greg Van Avermaet (Bmc) su Michael Matthews (Sunweb) e Peter Sagan.

Ordine d’arrivo:
1 Diego Ulissi (UAE Team Emirates) 5:22:29
2 Jesús Herrada (Movistar) +0:00
3 Tom-Jelte Slagter (Cannondale Drapac) +0:00
4 Jan Bakelants (AG2R La Mondiale) +0:00
5 Bauke Mollema (Trek-Segafredo) +0:06
6 Tony Gallopin (Lotto Soudal) +0:11
7 Greg Van Avermaet (BMC Racing) +0:16
8 Michael Matthews (Sunweb) +0:16
9 Peter Sagan (Bora-Hansgrohe) +0:16
10 Sep Vanmarcke (Cannondale Drapac) +0:16


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*