ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, 22ª giornata: Frosinone nuova capolista, dietro frenano tutte tranne l’Empoli
Serie B, 22ª giornata: Frosinone nuova capolista, dietro frenano tutte tranne l’Empoli
Frosinone, Serie B. laprovincia

Serie B, 22ª giornata: Frosinone nuova capolista, dietro frenano tutte tranne l’Empoli

Prima gara del 2018 per la Serie B: trionfo del Frosinone sulla Pro, ciociari di Longo primi col Palermo; scivolone del Parma a Cremona; pari di siciliani e Bari, vince solo l’Empoli.

FROSINONE-PRO VERCELLI 4-0. Ordinaria amministrazione e poco più per il Frosinone di Moreno Longo, che fa valere la legge dello Stirpe sulla malcapitata Pro Vercelli. Gialloblù irresistibili già nella prima mezz’ora: vantaggio di Dionisi, poi dopo la grande paura per un’occasione incredibile fallita da Konaté i ciociari raddoppiano con Ariaudo e archiviano la pratica al 30’ col delizioso tocco sotto di Matteo Ciofani. Al 62’ c’è gloria anche per l’altro centrale di difesa, Emanuele Terranova. Tutto troppo facile per il Frosinone, ora primo. Bianche Casacche che restano mestamente ultime in classifica.

SPEZIA-PALERMO 0-0. Al Picco tra Spezia e Palermo finisce 0-0: nell’eterno “elastico” che sta governando questa Serie B sono stavolta i rosanero a fermarsi e dover sbuffare, per un pari esterno che certo allunga l’imbattibilità fuori casa ma non consente di rispondere a dovere al trionfo frusinate. I rosanero di Tedino finiscono imbrigliati dalle trame degli spezzini di Gallo, che nella ripresa hanno pure l’occasione con l’ex dal dente avvelenato Alberto Gilardino.

CREMONESE-PARMA 1-0. Al fulmicotone: proprio allo scadere dei 90’ i Violini di Cremona… le suonano ai ducali emiliani. Allo Zini i grigiorossi di Tesser si tolgono una soddisfazione enorme, battendo il quotato Parma di D’Aversa col gol all’89’ di Cavion su tap-in e superandolo proprio in classifica. Ora i lombardi sono a quota 35 punti, 33 quelli di Lucarelli&Co., per la 4ª volta consecutiva a secco di gol segnati.

EMPOLI-TERNANA 2-1. La cura Andreazzoli continua a dare i suoi frutti dalle parti del Castellani. Gli azzurri empolesi regolano 2-1 la Ternana di Pochesci al termine di una gara tirata. Nel primo tempo vanno a segno i bomber Donnarumma e Montalto (questi su rigore); nella ripresa Castagnetti azzecca il jolly sinistro da fuori area e Provedel blinda il risultato nel recupero. Toscani sempre terzi a quota 37; Fere terzultime con 21 punti.

SALERNITANA-VENEZIA 3-2. Un tempo a testa ma a godere, seppure con le paturnie, è la Salernitana di Colantuono che piega le resistenze degli arancioneroverdi di Inzaghi e li riacciuffa proprio dietro alla zona playoff, a quota 29 punti. I campani dominano la prima frazione coi gol di Zito, di Ricci e del neo arrivato Palombi. Nella ripresa il Venezia si sveglia dapprima con l’esordiente Firenze, poi con Bentivoglio su punizione spaventa l’Arechi. Le due squadre in un finale molto concitato terminano in dieci per i rossi a Ricci e Bentivoglio.

NOVARA-CARPI 1-0. Dopo cinque giornate i gaudenziani tornano a respirare aria di vittoria. Lo fanno battendo il Carpi grazie al gol di Moscati al 43’; in un sol colpo la squadra di Corini allontana la zona rovente della classifica di Serie B e si avvicina a due punti dal Carpi, inchiodato a quota 29 punti.

PERUGIA-VIRTUS ENTELLA 2-0. Discorso simile per il Perugia, che dopo quattro gare torna al successo battendo in casa l’Entella e staccando proprio la squadra ligure in classifica. Ci mette più di un tempo il Grifone per accendersi: a suonare la carica con un uno-due micidiale sono il 18enne esordiente Kouan Oulai e Alberto Cerri; umbri decisamente rinfrancati, per la squadra di Chiavari invece terzo ko nelle ultime 4.

FOGGIA-PESCARA 0-1. Nel “derby del cuore” per Zdenek Zeman, a gioire è la squadra che il tecnico boemo allena attualmente: il Pescara viola lo Zaccheria di Foggia, patria putativa che rese noto al pubblico italiano il credo tattico di ZZ. Il Delfino passa sulla squadra di Stroppa grazie al gol di Mancuso a fine primo tempo: i Satanelli pugliesi masticano amaro per i due legni colpiti da Nicastro e restano fermi a quota 22 punti; gli abruzzesi toccano quota 31 punti.

ASCOLI-CITTADELLA 1-2. DAll’euforia allo sconforto: è il pomeriggio amaro dell’Ascoli di Serse Cosmi che per un’ora tiene dietro il Cittadella ma poi subisce la rimonta dei veneti, che se ne vanno dal Del Duca con tre punti in saccoccia. Al vantaggio di Monachello al 41’ risponde al 63’ Iori; il gol decisivo lo firma nel finale, all’86’ l’attaccante scuola Milan Vido, appena tornato in forza in amaranto, che fa felice Venturato e compagnia. Il “Citta” tocca quota 35 punti; marchigiani al palo e penultimi a 20 punti.

CESENA-BARI 1-1. Nel posticipo serale di giornata il Bari non riesce a sopravanzare il Cesena. Al Manuzzi i romagnoli costringono al pari i Galletti di Grosso. Vantaggio bianconero di Laribi al 13’; al 50’ autorete a dir poco maldestra di Suagher, che di fatto consegna al Bari la possibilità di vincere, con Cissé che però non va oltre la traversa. Pugliesi che salgono a 35 punti; 24 invece quelli dei cesenati.

Domani BRESCIA-AVELLINO ore 15

CLASSIFICA

Frosinone, Palermo 40; Empoli 37; Cremonese, Bari, Cittadella 35; Parma 33, Pescara, Spezia 31; Venezia 29, Salernitana 29, Carpi 29, Perugia, Novara 27; Avellino* 25, Entella, Cesena 24, Brescia*23, Foggia 22, Ternana 21, Ascoli 20, Pro Vercelli 18.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*