ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Continental italiane, anche il Cycling Team Friuli pronto al grande salto
Continental italiane, anche il Cycling Team Friuli pronto al grande salto

Continental italiane, anche il Cycling Team Friuli pronto al grande salto

Dopo il Team Colpack, è la volta del Cycling Team Friuli: continua a crescere il numero delle Continental italiane in vista del 2019, complice la riforma voluta dalla FCI che ha permesso a molti club dilettantistici di tentare il grande salto nel semiprofessionismo.

Abbiamo già abbondantemente parlato della formazione di Beppe Colleoni che, dopo essere stata per anni un solido punto di riferimento del panorama under 23, è pronta a ben figurare anche tra gli élite. La seguirà anche il Cycling Team Friuli, che la sua vocazione internazionale l’ha già dimostrata nel corso delle ultime due stagioni correndo in diversi Paesi europei.

La squadra friulana ha lanciato negli anni i vari Alessandro De Marchi e Matteo Fabbro, oggi pro’ rispettivamente alla Bmc e alla Katusha-Alpecin, ora si appresta a sfornare nuovi talenti. Si perderà il leader Alessandro Pessot, in procinto di compiere il doppio salto in direzione Bardiani – Csf, ma saranno confermate altre pedine importanti, a partire dai fratelli Davide e Mattia Bais, senza dimenticare Alberto Giuriato, Matteo Donegà e Giovanni Aleotti.

Colpack e Team Friuli si affiancheranno alle altre compagini che già nel 2018 hanno onorato i colori dell’Italia nella categoria Continental: ci riferiamo alla Biesse Gavardo Carrera, alla D’Amico – Utensilnors, alla Sangemini MGKVis che si fonderà con lo storico gruppo Trevigiani, e alla Dimension Data for Qhubeka che, per il 2019, avrà nelle proprie file colui che è considerato uno dei maggiori talenti del panorama giovanile italiano, vale a dire Samuele Battistella.

A questi potrebbero aggiungersene ancora altri che, sulla loro scia, stanno lavorando in silenzio per presentare la domanda all’Unione Ciclistica Internazionale. Quasi fatta per il Team Beltrami – Petroli Firenze – Hopplà, che già da mesi aveva manifestato la sua intenzione di passare dagli under 23 agli élite; probabile anche l’inserimento della Iseo Serrature.

Insomma, dopo anni difficili, anche l’Italia ha capito quanto sia importante la serie Continental per creare un movimento solido.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*