ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > E3 Harelbeke 2019, Stybar mette tutti d’accordo. Ottimo Bettiol
E3 Harelbeke 2019, Stybar mette tutti d’accordo. Ottimo Bettiol

E3 Harelbeke 2019, Stybar mette tutti d’accordo. Ottimo Bettiol

È ancora la Deceuninck – Quick Step a festeggiare nelle Classiche di primavera: ad aggiudicarsi il GP E3 Harelbeke – BinckBank Classic è Zdenek Stybar, che sul traguardo batte in uno sprint ristretto Wout Van Aert (Jumbo – Visma), Greg Van Avermaet (CCC) ed un ottimo Alberto Bettiol (EF Drapac).

Conosciuto come il ‘piccolo Fiandre’, l’E3 Prijs Vlaanderen rappresenta la più attendibile, corsa preparatoria alla Ronde, per questo sono tanti i campioni qui presenti per sondare le pietre dei muri e del pavé. I tratti in salita, in quest’edizione, sono ben quindici in 203 km, l’ultimo dei quali, il Tiegemberg, a venti chilometri all’arrivo.

Dopo quasi trenta chilometri a ranghi compatti, prende il via la fuga composta dai seguenti atleti: Jaime Castrillo (Movistar), Marc Hirschi (Team Sunweb), Thomas Sprengers (Sport Vlaanderen Baloise), Aksel Nommela (Wallonie Bruxelles), Ludwig De Winter (Wanty Groupe Gobert), Stijn Steels (Roompot Charles) e Mihkel Raim (Israel Cycling Academy). A questi si aggiunge, dopo un inseguimento solitario, Lionel Taminiaux (Wallonie Bruxelles).

Superati i sei minuti di vantaggio ed entrati nella fase calda della gara, con tanti strappi in successione, comincia la vera selezione, grazie soprattutto ai primi scatti operati da Peter Sagan (Bora-Hansgrohe) e da Wout Van Aert. Ai meno sessantuno all’arrivo attacca Bob Jungels (Deceuninck), primo a riportarsi sui battistrada, seguito da Jasha Sutterlin (Movistar) e Nils Politt (Katusha-Alpecin).

Proprio il lussemburghese prova l’azione di forza sul Karnemelkbeekstraat, ai meno trenta, cercando quel colpo solitario che tante volte gli è riuscito finora. Ma stavolta non c’è il lieto fine, per lui, dal momento che Greg Van Avermaet (CCC) riesce a portare via il gruppetto decisivo contenente anche Van Aert, Bettiol e Stybar. E così sono questi a giocarsi il successo: allo sprint ha la meglio il ceco, che regala alla sua squadra l’ennesimo trionfo in una stagione in cui vanno già annoverate, tra le altre, Het Nieuwsblad e soprattutto Milano-Sanremo.

Ottimo Bettiol, che manca lo spunto vincente, ma si piazza in una comunque onorevole quarta posizione. Se Jungels è quinto, i primi inseguitori arrivano ad un oltre un minuto: tra questi c’è Matteo Trentin (Mitchelton-Scott), settimo.

Ordine d’arrivo:

1 ŠTYBAR Zdeněk Deceuninck – Quick Step 400 225 4:46:05
2 VAN AERT Wout Team Jumbo-Visma 320 150 ,,
3 VAN AVERMAET Greg CCC Team 260 110 ,,
4 BETTIOL Alberto EF Education First 220 90 ,,
5 JUNGELS Bob Deceuninck – Quick Step 180 80 0:03
6 POLITT Nils Team Katusha – Alpecin 140 70 1:04
7 TRENTIN Matteo Mitchelton-Scott 120 60 ,,
8 NAESEN Oliver AG2R La Mondiale 100 50 ,,
9 SÜTTERLIN Jasha Movistar Team 80 46 ,,
10 HIRSCHI Marc Team Sunweb 68 42 ,,


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*