ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Raiola apre uno spiraglio: Pogba forse resta
Raiola apre uno spiraglio: Pogba forse resta

Raiola apre uno spiraglio: Pogba forse resta

È di sicuro il procuratore più chiacchierato, e più discusso, del circuito italiano e – probabilmente – anche di quello europeo. È l’agente di giocatori alquanto bizzarri dentro e fuori dal campo come Ibrahimovic e Balotelli, ma anche di nuove stelle del calcio del Vecchio Continente. Tra questi, anche Paul Pogba. Si parla, ovviamente, di Mino Raiola. Uno che, ogni volta che parla, alza o abbassa le quotazioni dei cartellini dei propri assistiti. Ed è uno che lo sa, alla grande, e ci guadagna.

E infatti, al centro delle chiacchiere praticamente da inizio stagione, Raiola ogni tanto rilascia dichiarazioni che a corrente alternata tranquillizzano o terrorizzano la Juventus, proprietaria del cartellino del grande talento francese. Pogba vale 70 milioni una settimana, quella dopo slitta a 80, quella dopo ancora schizza a 90, no 100.

Ora, fermi a tutti: Raiola pare averci ripensato, e lascia qualche spiraglio per la permanenza del Polpo in bianconero. Il procuratore ha infatti dichiarato al quotidiano francese Le Parisien che la Juve non vuole cederlo, e che Pogba è felice di essere a Torino.

Presto giocatore e agente si siederanno al tavolo delle trattative col club per il rinnovo del club che scade tra due anni. Non è detto quindi, dice Raiola, che Pogba lascerà la Juventus quest’estate, come si vocifera da ormai tanto tempo.

È risaputo che il centrocampista francese ha moltissime richieste da tutt’Europa: Real Madrid, Barcellona, Chelsea, Manchester United (la squadra che se l’è fatto scappare tre anni fa) e Bayern Monaco hanno fatto pervenire, direttamente o meno, le loro avances al club di Corso Galileo Ferraris.

Negli ultimi tempi si è tanto parlato di Psg, ma l’agente di Nocera continua a mescolare le carte. La telenovela è destinata a proseguire ancora, a colpa di voci e indiscrezioni. Per ora il futuro di Pogba da giugno in poi resta un mistero. E, forse, Raiola sa già la risposta.

 

Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*