ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Rui Costa e Kwiatkowski, due ex iridati in cerca di riscatto
Rui Costa e Kwiatkowski, due ex iridati in cerca di riscatto
Rui Alberto faria Da Costa. Foto: Ilario Biondi/BettiniPhoto©2013

Rui Costa e Kwiatkowski, due ex iridati in cerca di riscatto

Alberto Rui Costa e Michal Kwiatkowski: due corridori che hanno in comune l’aver indossato la maglia iridata e che, dopo una stagione piuttosto deludente, sono in cerca di riscatto.

Dalla Lampre alla nuova UAE Abu Dhabi: Rui Alberto Faria Da Costa ha in fondo solo cambiato divisa, ma non il gruppo sportivo, che rimane quello guidato da Giuseppe Saronni. Dopo il trionfo a Firenze 2013 aveva tentato di dire la sua nella classifica del Tour de France, ma era sempre stato respinto dalla strada. Così nel 2017 ritornerà definitivamente al suo primo grande amore, le corse in linea, con la speranza di ritrovare lo smalto dei tempi migliori.

Il trentenne portoghese debutterà in Australia al Tour Down Under e focalizzerà la sua prima parte di stagione sulle Classiche delle Ardenne (lo scorso anno fu terzo alla Liegi-Bastogne-Liegi), e sul al Giro d’Italia, a cui non ha mai preso parte in carriera.

Discorso analogo per Michal Kwiatkowski, che l’iride l’ha conquistato nell’edizione successiva, quella di Ponferrada 2014. Nel 2016 un successo prestigioso è pure arrivato, per la verità, ovvero il GP E3 Harelbeke nel mese di marzo; ma da allora nulla più e le sue prestazioni si sono fatte via via più opache con il passare del tempo.

Il ventiseienne polacco comincerà la sua seconda stagione con la maglia del Team Sky: l’esordio avverrà il 1 febbraio in Spagna, alla Volta a la Comunitat Valenciana, per poi trasferirsi in Portogallo alla Volta ao Algarve. In seguito gli appuntamenti italiani con Strade Bianche (già vinta nel 2014), Tirreno-Adriatico e Milano-Sanremo, ancora la Spagna con la Vuelta al Paies Vasco e infine le Classiche delle Ardenne, cerchiate di rosso perché ben adatte alle sue caratteristiche. Niente Giro nel suo caso, bensì il Tour de France in supporto di Chris Froome, senza però perdere la speranza di centrare una vittoria di tappa.


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*