ULTIME NEWS
Home > Calciomercato > Pato, è flop anche in Spagna: ora destinazione Cina?
Pato, è flop anche in Spagna: ora destinazione Cina?

Pato, è flop anche in Spagna: ora destinazione Cina?

Alexandre Pato fa flop anche in Spagna: certamente non positiva la sua esperienza al Villareal, così la cessione si avvicina. Quale sarà la sua nuova destinazione?

Ventotto anni da compiere a settembre, l’attaccante brasiliano pare non aver lasciato un indelebile ricordo neppure nella Liga: approdato al Villareal il 26 luglio scorso con un contratto quadriennale, esordisce subito con gol al Madrigal nel match valido per i preliminari di Champions League contro il  Monaco. Ma la stagione nel campionato spagnolo si rivela tutt’altro che luminosa, con appena 11 presenze e quattro gol all’attivo.

E così Fran Escribá, allenatore della formazione iberica, sembra aver definitivamente scaricato il nazionale verdeoro, invitandolo a cercare nuove proposte e facendogli apertamente capire di preferire al suo posto Adrian Lopez. Ora sono due le ipotesi più concrete: la prima è rappresentata dal Galatasaray, interessata alle prestazioni del Papero per sostituire Lucas Pololski in rotta verso la Cina; la seconda sarebbe rappresentata, manco a dirlo, proprio dai cinesi, con più di un club propenso ad ingaggiarlo.

Certo è che anche questa nuova avventura in Europa si è rivelata amara per l’ex talento del calcio mondiale. Arrivato nel 2008 al Milan, sponsorizzato nientemeno che dal suo connazionale Kaka, Pato ha passato quattro buone – potremmo dire ottime – stagioni all’ombra della Madonnina, mettendo a segno un totale di 51 reti in 117 presenze in maglia rossonera.

Poi sono cominciati i numerosi infortuni che ne hanno minato non poco il suo rendimento, di fatto mai tornato a discreti livelli: dopo la quinta e la sesta tormentate stagioni a Milano, eccolo ritornare in patria al Corinthians prima e al San Paolo poi. A gennaio 2016 il suo nuovo approdo in Europa, al Chelsea: ma è un’esperienza fallimentare, con sole due presenze e un gol.

Il resto è storia recente. Auguriamo a Pato di scegliere una meta che lo appaghi mentalmente e anche economicamente e che possa permettergli di vivere con serenità una seconda parte di carriera che potrà ancora riservargli qualche gioia.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*