ULTIME NEWS
Home > Olimpiadi > Tokyo 2020, double trap fuori dal programma olimpico: arriva il trap misto
Tokyo 2020, double trap fuori dal programma olimpico: arriva il trap misto
Foto: Nicolo Zangirolami

Tokyo 2020, double trap fuori dal programma olimpico: arriva il trap misto

Fervono i preparativi per il nuovo programma olimpico, quello che sarà applicato nella prossima edizione di Tokyo 2020. Le federazioni internazionali di alcuni sport, in collaborazione con gli organizzatori nipponici e con il Cio, stanno pian piano predisponendo nuovi piani, atti a rendere più avvincenti le competizioni. Oggi tocca al tiro a volo scoprire le proprie carte.

Le indiscrezioni circolavano da tempo e ora trovano la conferma: scompare dal programma il double trap, per lasciare il posto alla novità rappresentata dalla gara mista della fossa olimpica. La decisione è stata presa all’unanimità dalla Federazione Internazionale di Tiro riunitasi a Nuova Delhi, in India. Seguendo le indicazioni del Comitato Olimpico Internazionale, sarà osservata la parità di genere, con due gare per gli uomini, due per le donne e la nuova mista.

Il double trap fece il suo ingresso alle Olimpiadi in occasione di Atlanta 1996. L’Italia, che ha fatto incetta di medaglie dal settore del tiro a volo a Rio 2016, non ha mai vinto l’oro in questa specialità. Sono però arrivate tre medaglie d’argento conquistate da Albano Pera (1996), Francesco D’Aniello (2008) e Marco Innocenti (2016).

Si tratta dell’abbandono di una disciplina comunque avvincente, quella che costringe i tiratori ad avere il sangue freddo per colpire due piattelli consecutivi. Al tempo stesso, però, osservando le cose dal punto di vista della nazionale azzurra, le chance di medaglia del trap misto sono altissime, potendo contare su una serie di atleti di elevatissimo livello.

Novità giungono anche dal tiro a segno. A dire addio alle Olimpiadi sono le gare di pistola e carabina da 50 metri, al posto delle quali vengono inserite le gare miste di  pistola e carabina da 10 metri. L’Italia, per esempio, potrebbe schierare una coppia d’assi come quella formata da Petra Zublasing e Niccolò Campriani.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*