ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > World League 2017: Italia-Russia 2-3, adios Final Six
World League 2017: Italia-Russia 2-3, adios Final Six
Italia-Russia World League 2017. fivb

World League 2017: Italia-Russia 2-3, adios Final Six

La World League 2017 si chiude amaramente per l’Italvolley: i ragazzi di Blengini finiscono sconfitti pure dalla Russia e chiudono al penultimo posto.

A Pau gli azzurri incappano nella terza sconfitta consecutiva del weekend francese, quinta totale nel torneo: il 3-2 (31-33; 25-23; 21-25; 25-23; 15-10) spinge i ragazzi di Blengini ad ammainare i sogni di gloria, con la matematica che non li condanna del tutto ma quasi.

Contro la Russia delle nuove leve i rimpianti italiani sono tanti e corposi: perché gli azzurri avevano in pugno la gara e si sono trovati a un passo dalla vittoria del quarto parziale che avrebbe rimesso in discussione tutti i giochi per la qualificazione alla Final Six di Cuririba. Come già accaduto contro Usa e Francia, Italvolley ha mollato proprio nel momento cruciale, finendo rimontata e chiudendo sotto di cinque punti nel tie-break.

Per una squadra che, meno di un anno fa, conquistò il prestigioso titolo di vicecampione olimpico, questa World League 2017 sta per trasformarsi in un autentico fallimento: la prossima settimana ad Anversa, contro Francia, Belgio e Canada, gli azzurri dovranno risollevarsi e quantomeno migliorare il malinconico e amarissimo penultimo posto.

Primo set lunghissimo con l’Italia che riesce ad annullare ben sei set-point russi; nel secondo Italvolley arriva fino al 20-18 trascinata da Sabbi e Botto ma poi si pianta all’improvviso consentendo a Volkov e soci di tornare in partita.

Il terzo parziale è tutto di marca azzurra e si va sul 2-1; l’Italia si prepara alla vittoria quando è sul 23-21, poi però un ace di Giannelli viene annullato dal check, la Russia si rifà sotto e sul 23-23 inverte l’inerzia. Al tie-break gli azzurri si scaricano e restano sotto.

Non valgono a nullo le prove monstre sia di Giulio Sabbi (31 punti, 3 aces) che di Iacopo Botto (23, 4 aces), Dall’altra parte della rete sono da segnalare le 19 marcature di Dmitry Volkov (19, 4 aces) e Maxim Zhigalov (16).


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*