ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Mondiali pallanuoto 2017, per il Settebello vittoria insufficiente con l’Australia: è secondo
Mondiali pallanuoto 2017, per il Settebello vittoria insufficiente con l’Australia: è secondo
Preliminary Round WaterPolo Men's Australia AUS (White Cup) Vs Italy ITA (Blue Cup) 10 Michael Alexandre Bodegas ITA Italy Day 08 21/07/2017 XVII FINA World Championships Aquatics City Park - Varosliget Lake Budapest Hungary Photo Chiara Perlino/Deepbluemedia/Insidefoto

Mondiali pallanuoto 2017, per il Settebello vittoria insufficiente con l’Australia: è secondo

Mondiali pallanuoto 2017, il 13-5 del Settebello contro l’Australia non basta: la nazionale di Sandro Campagna finisce seconda, all’orizzonte la Croazia.

Nella vasca di Budapest Tempesti, Figlioli & co. vincono per la terza volta di fila ma il successo non basta per aggiudicarsi il primo posto nel girone: gli azzurri arrivano infatti a pari punti con l’Ungheria padrona di casa ma finiscono secondi per la differenza reti contro la terza in classifica (coi magiari che avevano battuto l’Australia con 10 gol di scarto). Ora per il Settebello c’è la partita degli ottavi col Kazakistan, dopodomani alle 15; una formalità, in vista del quarto ben più provante contro la Croazia.

Il Settebello paga la mancanza di tranquillità e serenità nella seconda parte dell’incontro, in cui doveva piazzare l’allungo decisivo verso il vantaggio a doppia cifra. Nei primi 8’ Michael Bodegas e Nicholas Presciutti portano gli azzurri sul 2-0 dopo appena tre giri di lancette. L’Australia però non si scompone e si rifà sotto con Younger e Putt, anche se ci pensa nel frattempo l’ex francese con doppietta a tenere avanti l’Italia. Proprio Bodegas e l’altro centroboa Matteo Aicardi sono importanti per fissare il risultato del primo parziale sul 5-2.

Nella seconda frazione Aicardi e Di Fulvio consentono al Settebello di scappare via sul +5, con Pietro Figlioli, “oriundo” di origini australiane, che con un gran tiro dalla distanza piazza il 3-0 di parziale.

Al rientro in acqua per il terzo quarto qualcosa nel meccanismo perfetto del Settebello si inceppa, perché gli azzurri non riescono a trovare la porta sia per la fretta che per la sfortuna: sono addirittura gli australiani a vincerlo, per 3-2, nonostante la doppietta del nostro capitano della vigilia, che ha ceduto la fascia al rientrante Stefano Tempesti.

Gli azzurri si mostrano nervosi fino al finale, con Renzuto Iodice, Fondelli e Di Fulvio che possono solo arrotondare il risultato ma senza arrivare al fatidico e necessario +11. I “ragazzi di Campagna” chiudono secondi, ora nel mirino c’è la sfida molto difficile alla Croazia.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*