ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Clasica San Sebastian 2017: Kwiatkowski, te la meriti!
Clasica San Sebastian 2017: Kwiatkowski, te la meriti!

Clasica San Sebastian 2017: Kwiatkowski, te la meriti!

Dopo un superbo Tour de France al cospetto di Chris Froome, Michal Kwiatkowski si prende la sua soddisfazione e va a vincere meritatamente la Clasica San Sebastian 2017: il polacco del Team Sky si impone in uno sprint ristretto davanti a Tony Gallopin (Lotto Soudal) e Bauke Mollema (Trek-Segafredo), mentre in sesta posizione giunge Alberto Bettiol (Cannondale-Drapac).

La Klasikoa, vero e proprio festival nella comunità dei Paesi Baschi, giunge alla 37^ edizione, contraddistinta da 231 km e otto Gran Premi della Montagna, l’ultimo dei quali a otto chilometri alla conclusione. È la fuga composta da Benat Intxausti (Team Sky), Mathias Le Turnier (Cofidis), Mickael Delage (FDJ), Imanol Erviti (Movistar), Sven Bystrom (Katusha-Alpecin) e Christoph Pfingsten (Bora-Hansgrohe) a caratterizzare la prima parte di gara, in attesa della fase calda con la successione di strappi nel finale.

Ripresi i fuggitivi, in occasione del primo passaggio sull’Alto de Arkale il plotone si fraziona e rimangono in testa diciotto corridori. Tra questi, il primo a rompere gli indugi, a 26 km all’arrivo, è Gianni Moscon (Team Sky): il campione italiano a cronometro, che già nella prima parte di gara ha compiuto un gran lavoro in supporto dei suoi compagni di squadra, si rende protagonista di una bellissima azione e resta da solo in testa per diversi chilometri, fino ad essere ripreso in prossimità dell’ultima salita in programma, il Murgil Bidea.

Da uno Sky all’altro, da Moscon a Mikel Landa, uno dei più attesi di giornata: il basco fa subito selezione e su di lui si porta il solo Tony Gallopin (Lotto Soudal) nel corso dello strappo. Una volta scollinati, si fa trovare pronto anche Bauke Mollema (Trek-Segafredo), mentre poco dopo è la volta di Michal Kwiatkowski (Team Sky) e Tom Dumoulin (Team Sunweb). Fuori dai giochi, ormai, tutti gli altri.

In cinque a giocarsi il successo in volata, dunque. Ci prova Tony Gallopin a sfiorare il bis dopo il successo del 2013, ma il francese viene sopravanzato da un eccellente Michal Kwiatkowski, il quale prosegue nel suo anno magico che l’ha già visto trionfare alle Strade Bianche e alla Milano-Sanremo, oltreché disputare un encomiabile Tour de France. In terza posizione il campione uscente Mollema, seguito dall’altro olandese Dumoulin, già in palla dopo il lungo riposo post-Giro, e da Landa.

Primo degli inseguitori, l’italiano Alberto Bettiol, che dimostra ancora una volta di essere uomo da Classiche e si rivelerà molto pericoloso negli anni avvenire. Ventotto secondi il ritardo del toscano, poco più dietro un altro drappello comprendente, tra gli altri, anche Greg Van Avermaet (Bmc).

Ordine d’arrivo:

1 Michal Kwiatkowski (Sky) 5:52:53
2 Tony Gallopin (Lotto Soudal) +0:00
3 Bauke Mollema (Trek-Segafredo) +0:00
4 Tom Dumoulin (Sunweb) +0:00
5 Mikel Landa (Sky) +0:02
6 Alberto Bettiol (Cannondale Drapac) +0:28
7 Anthony Roux (FDJ) +0:38
8 Greg Van Avermaet (BMC Racing) +0:38
9 Tiejs Benoot (Lotto Soudal) +0:38
10 Nicolas Roche (BMC Racing) +0:38


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*