ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Tour 2018, ultima settimana: parola ai Pirenei. Intanto espulso Moscon
Tour 2018, ultima settimana: parola ai Pirenei. Intanto espulso Moscon

Tour 2018, ultima settimana: parola ai Pirenei. Intanto espulso Moscon

Sta per cominciare l’ultima decisiva settimana al Tour de France 2018. Dopo il giorno di riposo, i corridori ripartiranno da Carcassonne per affrontare la prima delle tre frazioni sui Pirenei, quella che porterà a Bagneres de Luchon.

Si riparte con una squadra padrona assoluta della corsa: è il Team Sky, che piazza al primo e al secondo posto della classifica generale Geraint Thomas e Chris Froome. Sarà verosimilmente lotta in famiglia, dunque, per la conquista della maglia gialla, con Tom Dumoulin (Suweb) terzo incomodo pronto a guastare la festa ai due britannici.

Sky mattatrice assoluta sulle Alpi, ma in vista dei Pirenei dovrà fare a meno di un importantissimo elemento: è Gianni Moscon, espulso dal Tour per un gesto poco sportivo nei confronti del francese Ellie Gesbert della Fortuneo-Samsic. Tutto accade nei primissimi chilometri della quindicesima frazione che porta a Carcassonne quando, per un imprecisato motivo, l’atleta trentino rifila un pungo all’avversario, venendo ripreso dalle pur poco nitide immagini (in basso il video).

A fine gara la doccia gelata: la Var decreta l’allontanamento dalla corsa dell’italiano, che oltretutto rischia una squalifica da parte dell’Uci per recidività in comportamenti poco sportivi. In passato, infatti, era stato sospeso dalla sua squadra per insulti razzisti a Kevin Reza e, qualche mese più tardi, era stato processato – e assolto –  dalla Commissione Disciplinare dell’Uci per aver fatto cadere lo svizzero Sebastian Reichenbach alla Tre Valli Varesine. La stessa Sky starebbe valutando un’ulteriore sanzione a suo carico, da decidere dopo la fine del Tour.

Dovrà fare mea culpa, dunque, il talentuoso atleta azzurro, che nel frattempo lascia con un uomo in meno i suoi due capitani. Come finirà la lotta per salire sul gradino più alto del podio dei Campi Elisi? L’impressione è che Froome sia inevitabilmente il vero ed unico capitano della squadra e non attende che il momento decisivo per staccare il gallese. Ma dovrà necessariamente mettere maggior distacco tra sé e Dumoulin, che attualmente è attardato di soli undici secondi, ma che, con una cronometro individuale di 30 km al penultimo giorno, può ancora sperare.

La strada emetterà le sentenze, con l’auspicio che nessuno intralci i piani dei corridori. Aso, nel frattempo, sta correndo ai ripari dopo le polemiche dei giorni scorsi (e la minaccia di Brent Copeland, dt della Bahrain-Merida, di passare alle vie legali per il danno occorso a Vincenzo Nibali) vietando l’uso dei fumogeni da parte dei tifosi.

Qui l’anteprima della 16^ tappa, qui tutte le classifiche aggiornate.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*