ULTIME NEWS
Home > Mondiali di Calcio Brasile 2014 > Mondiali 2014: Prandelli non è ancora sicuro su tutti i giocatori
Mondiali 2014: Prandelli non è ancora sicuro su tutti i giocatori

Mondiali 2014: Prandelli non è ancora sicuro su tutti i giocatori

Cesare Prandelli, commissario tecnico della nazionale Italiana, nelle ultime ore ha fatto alcune dichiarazioni circa i Mondiali 2014 di Brasile, evento che si terrà questa estate e che comincerà il 12 giugno per tutto il mondo, visto che ci sarà la partita di esordio tra Brasile e Croazia, mentre inizierà il 14 giugno per l’Italia, che giocherà in quel giorno contro l’Inghilterra.

E gli oltre diecimila tifosi azzurri che andranno oltre oceano per vedere dal vivo la propria squadra del cuore sono davvero ansiosi di questo evento, dal momento che l’Italia propone una rosa davvero interessante!

Ma a proposito di rosa, molti allenatori hanno già deciso e stabilito quali giocatori portare al di là dell’oceano al fine di farli rappresentare il loro Paese, e tra questi c’è la Bosnia con Susic, che ha visto una recente notizia pubblicata su questo blog.

Purtroppo, però, dell’Italia non c’è ancora niente di certo, dal momento che Prandelli non è ancora sicuro di tutti i giocatori: è vero che tutti sognano di giocare i Mondiali, ma a suo parere i sogni devono essere accompagnati da qualcosa di concreto, e cioè da un notevole impegno e da una eccellente condizione fisica.

Cesare Prandelli è stato perciò intervistato in esclusiva da RaiSport per “Il Processo del lunedì”, e ha detto proprio le succitate cose: i sacrifici devono essere tanti, e lui vuole essere sicuro di scegliere bene, pertanto non è ancora sicuro su chi andrà ai Mondiali.

Comunque, qualcosa in mente ce l’ha: ad esempio, ha dichiarato che Lorenzo Insigne sarà convocato per il ritiro pre mondiale e disputerà con gli altri calciatori per figurare nella lista dei cinque attaccanti, e anche Balotelli potrà fare tanto.

Infine, ha detto che l primo obiettivo assoluto è quello di passare il turno: fatto ciò, potranno fare alcune valutazioni.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*