ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Coppa Bernocchi 2019, spunto vincente di Phil Bauhaus
Coppa Bernocchi 2019, spunto vincente di Phil Bauhaus

Coppa Bernocchi 2019, spunto vincente di Phil Bauhaus

Continua a parlare straniero il Trittico Lombardo 2019: ad aggiudicarsi la 101^ edizione della Coppa Bernocchi è il tedesco Phil Bauhaus (Bahrain Merida), che in un finale caratterizzato da una caduta vince in volata davanti a Simone Consonni (UAE Team Emirates).

Eccoci alla seconda prova del Trittico, dopo la Agostoni dominata da corridori dell’orbita sovietica. In quest’occasione, partenza ed arrivo a Legnano, con il circuito di Valle Olona nella fase centrale che prevede il Gran Premio della Montagna di Morazzone da percorrere sei volte.

È quella altimetricamente più semplice delle tre prove, con i velocisti pronti a dare la caccia al successo. Prima di arrivare alla fase decisiva, comunque, non mancano gli attacchi, a partire da quello iniziale formato da Nikita Stalnov (Astana Pro Team), Marco Landi (Gazprom-Rusvelo), Alessandro Covi ( Colpack) e Nicola Graziato (Sangemini-Trevigiani).

Tanti i chilometri in avanscoperta per loro, ma il gruppo torna compatto in occasione dell’ultimo giro dell’anello di Valle Olona. Poco dopo i meno trenta, un’azione pericolosa vede protagonisti otto uomini, tra cui si distinguono Alexey Lutsenko (Astana), Giovanni Visconti (Neri – Selle Italia) ed Elia Viviani (nazionale), che prendono margine sugli inseguitori e provano ad arrivano fino al traguardo.

Il gruppo si ricompatta all’inseguimento del terzetto che, affiatato, dà il tutto per tutto per arrivare a giocarsela fino all’arrivo, ma deve arrendersi a dieci chilometri alla conclusione. Dopo un ultimo tentativo di Davide Baldaccini (Colpack), è volata.

Volata caratterizzata da una caduta a poche centinaia di metri che manda a terra diversi corridori: a farne le spese maggiori è Manuel Belletti (Androni Sidermec), ma devono dire addio alla possibilità di disputare lo sprint anche Alberto Dainese (Italia), Niccolò Bonifazio (Total Direct Energie) e Matteo Malucelli (Caja Rural).

Alla fine è scontro a due tra Bauhaus e Consonni e ad avere la meglio è il ciclista tedesco. Secondo Consonni, terzo Imerio Cima (Nippo-Vini Fantini), quarto Alexander Konichev (Dimension Data).

Ordine d’arrivo:

1 Phil Bauhaus (TBM) 4:34:25
2 Simone Consonni (UAD) +0:00
3 Imerio Cima (NIP) +0:00

4 Alexander Konychev (DDC) +0:01
5 Yevgeniy Gidich (AST) +0:01
6 Edwin Avila (ICA) +0:01
7 Umberto Marengo (NSK) +0:01
8 Luca Pacioni (NSK) +0:02
9 Romain Le Roux (PCB) +0:02
10 Giovanni Lonardi (NIP) +0:02
11 Raul Colombo (BIC) +0:02


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*